Bere Alcol fa male alla prostata?

Il consumo di alcol può incidere sulla salute della prostata e provocare delle infiammazioni note come prostatiti. Una prostata ingrossata infatti può indicare la presenza di prostatite.

L’alcol, in particolare, viene spesso sottovalutato per quanto riguarda la salute della ghiandola prostatica in quanto a lungo andare il suo consumo eccessivo può causare un peggioramento dei sintomi fino all’insorgere di disturbi davvero invalidanti all’interno della routine quotidiana.

Bere alcol fa male alla prostata? Si tratta di una domanda che si pongono moltissimi uomini: l’ingrossamento della prostata è un fenomeno molto comune che colpisce soggetti di diverse età, ma si verifica prevalentemente intorno ai 50 anni. In presenza di una prostatite iniziano infatti a manifestarsi una serie di sintomi tra cui bisogno frequente di urinare, flusso scarso di urina e dolori di vario genere al basso ventre e ai testicoli.

Dunque, è bene essere a conoscenza che gli uomini affetti da prostatite possono sviluppare una serie di effetti dannosi per la salute della ghiandola prostatica nel momento in cui si bevono frequentemente bevande alcoliche.

Tuttavia da alcuni recenti studi effettuati negli ultimi anni è emerso che un consumo moderato di alcol ha apportato un miglioramento per quanto riguarda i disturbi della prostatite. Al contrario invece, quando vengono consumate eccessive quantità di bevande alcoliche, il fenomeno può aggravarsi e andare incontro ad un peggioramento.

Ad ogni modo, per quanto una buona birra consumata in maniera moderata possa apportare alcuni benefici per la salute, è bene essere a conoscenza degli effetti che possono insorgere soprattutto sui disturbi urinari.

Prostatite: quanto incide il consumo di alcolici?

Come accennato, gli uomini affetti da prostatite possono sviluppare una serie di sintomi particolarmente fastidiosi anche per quanto riguarda il tratto urinario come ad esempio la sensazione frequente di dover urinare e dolore durante la minzione fino ad avvertire il bisogno di urinare anche di notte.

La ghiandola prostatica è un organo unicamente maschile atto alla produzione di liquido seminale: quando questa ghiandola viene colpita da un’infiammazione, tende ad ingrossarsi e ad incidere anche sulla funzionalità del tratto urinario.

Sono tantissimi gli uomini che tendono a trascurare ed ignorare il problema fino a compromettere anche la propria sfera intima. Una prostatite su cui non si interviene in tempo infatti, può anche causare problemi di erezione e condizioni di impotenza. Di conseguenza molti uomini vanno incontro ad un calo della libido e viene compromessa del tutto la vita sessuale che diviene sempre meno attiva.

Intervenire con i giusti rimedi sulla prostatite è essenziale per riportare in salute la ghiandola prostatica, ritrovare la sicurezza in se stessi, evitare situazioni imbarazzanti e lasciarsi alle spalle i dolori ed i sintomi provocati dall’infiammazione.

Bere alcol fa male alla prostata?

Esistono diversi motivi per cui l’assunzione di alcol fa male alla salute della prostata. Man mano che si invecchia, la prostata, situata in prossimità della vescica, tende ad ingrossarsi dando vita al fenomeno di iperplasia prostatica benigna che può incidere sui sintomi come scarso flusso di urina e necessità frequente di urinare.

Quando si consumano bevande alcoliche si rischia di aggravare ulteriormente tale condizione ostacolando ulteriormente il flusso di urina.

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

L’alcol incide sulla funzionalità muscolare?

Un altro aspetto da considerare è quello inerente agli effetti dell’alcol sui muscoli. Quando si consumano eccessive quantità di bevande alcoliche, in molti avranno sicuramente notato che l’attività muscolare non è performante. Spesso infatti si pensa che gli unici muscoli del corpo sono quelli che compongono le braccia e le gambe ma in realtà anche i muscoli della vescica possono essere compromessi.

L’assunzione di alcol incide negativamente sul rilassamento dei muscoli della vescica portando al fenomeno dell’ingrossamento della prostata e al disturbo della minzione frequente. In altri casi il consumo di alcol può anche aumentare la contrazione dei muscoli del collo della vescica fino e rendere difficile e dolorosa la minzione con conseguente scarso flusso di urina.

Alcol e salute della prostata: perché si rischia la disidratazione?

Gli uomini affetti da prostatite che sono soliti consumare regolarmente a tavola delle quantità di vino o di birra durante i pasti spesso non tengono conto degli effetti che possono insorgere da questa abitudine quotidiana.

Il consumo regolare di bevande alcoliche in realtà deve essere ridotto il più possibile in presenza di una prostatite. La birra o il vino in questi casi tendono a diventare un’alternativa all’assunzione giornaliera di acqua. Di conseguenza i reni sviluppano una necessità minore di rilasciare liquidi, portando a loro volta al rischio di disidratazione e alle complicazioni durante la minzione.

Quali sono gli effetti dell’alcol sulla prostata e sulla vescica?

Quando si beve molto alcol vengono sfruttate automaticamente anche le riserve di magnesio presenti nell’organismo dando vita ad effetti negativi sulla funzionalità dei reni e sull’attività muscolare con delle conseguenze che riguardano anche il sistema nervoso centrale.

L’insieme di questi effetti, a lungo andare, può incidere sulla salute della prostata e del tratto urinario rendendo più complesso l’atto della minzione. Diversi soggetti possono quindi manifestare un peggioramento dei disturbi fino a sviluppare il fenomeno dell’ingrossamento della prostata e il bisogno di urinare anche durante le ore di riposo.

Prostatite e consumo di alcol: cosa fare?

Viene quindi spontaneo chiedersi cosa fare se si è affetti da prostatite e quali sono i trattamenti migliori per evitare un peggioramento delle proprie condizioni.

Il primo suggerimento è quello di seguire un’alimentazione sana e bilanciata e bere alcolici con moderazione al fine di tutelare la salute della ghiandola prostatica. Inoltre gli alcolici possono entrare in conflitto con l’assunzione di alcuni farmaci o trattamenti specifici per combattere la prostatite. Infine, mettere in atto alcuni cambiamenti quotidiani inerenti al proprio stile di vita permette di prevenire ed alleviare con successo i disturbi della prostatite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui