Cause e Rimedi per l'impotenza

Cause e Rimedi per l’impotenza

Cos’è l’impotenza

L’impotenza o deficit erettile è una disfunzione che consiste nella difficoltà di avere e mantenere un’erezione. Poco frequente nei giovani, colpisce il 50% della popolazione adulta maschile nel range di età compreso tra i 40 e i 70 anni. Considerato un problema imbarazzante e molto delicato, può incidere sulla durata dell’erezione oppure può impedire totalmente l’atto sessuale.

L’erezione, da un punto di vista strettamente medico, è un riflesso spinale determinato da un maggiore afflusso di sangue nelle arterie cavernose. Tale vasodilatazione dipende da un insieme di fattori tipicamente fisici (vascolari, neurologici e muscolari) uniti a un mix che potremmo definire puramente emotivo (coinvolgimento ed eccitazione sessuale).

L’atto conclusivo dell’erezione è l’eiaculazione ovvero la fuoriuscita del liquido seminale finalizzato alla riproduzione. L’impotenza quindi, ostacolando l’erezione e il rapporto sessuale, incide direttamente anche sulla capacità riproduttiva dell’uomo.

Cause dell’impotenza e fattori di rischio

Le cause dell’impotenza sono numerose ma esistono una serie di fattori di rischio che possono predisporre l’individuo a sviluppare nel tempo questo disturbo. Tra i più comuni ricordiamo il diabete, le malattie cardiovascolari, l’ipertensione, un peso eccessivo, la mancanza di esercizio fisico ma anche l’abitudine di fumare o assumere troppi alcolici.

In questo elenco manca il fattore età. Se è vero che è facile soffrire di impotenza dopo i 50 anni, è altrettanto corretto affermare che l’età non è assolutamente una discriminante in quanto esistono uomini sessualmente funzionali fino agli 80 anni.

Tra le cause fisiche relative all’impotenza la prima è rappresentata dallo scarso afflusso di sangue nel pene dovuto al fumo, al diabete o a problemi ormonali. Il diabete, in particolare, può causare dei piccoli danni ai vasi sanguigni o ai nervi del pene.

I trattamenti chemioterapici per alcuni tipi di tumore (come quello alla prostata) possono causare la disfunzione erettile. A volte invece alcune lesioni nell’area pelvica impediscono di fatto che il segnale nervoso dal cervello arrivi al pene. Non dimentichiamo poi l’esistenza di alcuni farmaci che hanno come effetto collaterale la possibilità di provocare l’impotenza.

Un altro fattore molto importante riguarda le infiammazioni, acute o croniche, della prostata che possono di fatto impedire i rapporti sessuali ma anche la riproduzione. Questi disturbi infatti rendono difficile il rapporto perché l’uomo avverte un forte dolore nella zona pelvica che impedisce di fatto l’erezione.

Spesso la disfunzione erettile è causata da problemi emotivi e relazionali. L’ansia, la depressione e le liti con il partner ledono la naturale intimità della coppia così come uno stress lavorativo accentuato o un’eccessiva preoccupazione circa le proprie prestazioni sessuali. Quest’ultimo elemento non è assolutamente da sottovalutare. Spesso infatti è proprio l’esigenza di regalare al partner un’intimità perfetta che genera la cosiddetta ansia da prestazione che fa crollare la libido e ostacola l’erezione.

L’impotenza non è una patologia grave ma può nascondere un problema di salute. Per questo motivo, ai primi accenni di difficoltà, è necessario parlarne con il proprio medico per trovare la cura adatta a risolvere questo disturbo così delicato.

Diagnosi

Una diagnosi accurata ha inizio con il colloquio presso uno specialista. L’andrologo infatti indagherà sullo stile di vita, le abitudini, il rischio cardiovascolare ed eventuali patologie che riguardano la salute del paziente.

Lo step successivo è l’indagine specifica sull’impotenza, attraverso la quale lo specialista inizierà a comporre un quadro diagnostico il più possibile accurato. Tale fase scava nell’intimità e nel privato ma deve essere affrontata con la massima naturalezza perché l’imperativo è risolvere il problema, migliorando la salute fisica ed emotiva del paziente ma anche il naturale benessere delle sue giornate.

In ultima battuta il medico prescriverà una serie di esami e test di laboratorio per completare il quadro anamnestico e giungere così alla cura più adatta e risolutiva per il caso specifico.

Rimedi per l’impotenza

Non esiste una sola cura per l’impotenza e spesso l’approccio più corretto prevede sia un trattamento prescritto dall’andrologo sia un percorso terapeutico con uno psicologo.

In linea di massima il primo rimedio è rappresentato dalla prescrizione di cure farmacologiche finalizzate al miglioramento della salute cardiovascolare del paziente. Quando la causa è ormonale il medico prescrive farmaci a base di testosterone oppure interviene con compresse specifiche per la disfunzione erettile come, ad esempio, la molecola sildenafil che migliora la risposta vasodilatatoria del pene.

Curare l’impotenza vuol dire affidarsi alle cure dell’andrologo che saprà individuare la terapia più indicata al singolo caso; il fai da te è assolutamente sconsigliato. Esistono però una serie di soluzioni e accorgimenti che possono aiutare sia a prevenire sia a curare l’impotenza.

Il primo passo riguarda lo stile di vita abituale. Rivedere la dieta alimentare quotidiana, arricchendola di vitamine, sali minerali e fibre è fondamentale per il benessere dell’intero organismo.

Tuttavia alcuni integratori naturali come Eretron Aktiv possono essere d’aiuto.

Eretron Aktiv
Eretron Aktiv

Frutta, verdura, cereali integrali, pesce ma anche latticini ricchi di calcio e vitamina D sono essenziali per ridurre la probabilità di sviluppare l’impotenza. Un recente studio condotto presso l’Università di Harvard ha evidenziato come l’assunzione di un multivitaminico contenente la vitamina B12 possa aiutare a migliorare la funzione erettile. Tra gli alimenti che sarebbe meglio diminuire (o eliminare) ricordiamo la carne rossa, gli zuccheri e i cereali raffinati.

L’attività fisica inoltre migliora il flusso sanguigno e di conseguenza anche le erezione ma non solo. Un allenamento leggero ma costante aumenterebbe, secondo i ricercatori, l’ossido nitrico nei vasi sanguigni, riproducendo in modo naturale gli effetti di farmaci come il Viagra. Le sedute in sala pesi inoltre accrescono la produzione naturale di testosterone, un ormone collegato direttamente sia al desiderio sessuale che alla forza erettile. Per incrementare il testosterone inoltre è fondamentale dormire bene e almeno 8 ore a notte.

Infine lo yoga può aiutare a rilassare la mente e il corpo, aiutando a eliminare lo stress quotidiano che può causare la disfunzione erettile.

 

Fonti:

Erectile Dysfunction

Viagra e ossido nitrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui