Cause possibili delle urine scure

Cause possibili delle urine scure

Urine scure: cosa sono?

Spesso, si parla di urine scure. Ma cosa si intende? Sostanzialmente, del fatto che le urine presentano una colorazione piuttosto cupa. Il motivo principale delle urine scure è connesso al deposito di sostanze organiche, come ad esempio la bile, l’emoglobina, la melanina, la mioglobina e residui di farmaci, assunti poco prima. Stesso discorso per i cibi e le bevande che possono incidere sulla tonalità.

Farmaci che rendono scure le urine

Il colore inusuale delle urine può dipendere dall’assunzione di specifici farmaci o di determinati integratori.
Un colore giallo particolarmente vivace delle urine, quasi tendente al fosforescente, può dipendere ad esempio da un sovradosaggio di farmaci contenenti vitamina B. Il colore rosso delle urine può dipendere da alcuni farmaci, come ad esempio l’ibuprofene, la rifampicina, il metildopa e i vari lassativi a base di cascara. I farmaci antireumatici, ad esempio, conferiscono alle urine un colore rosastro. Inoltre, farmaci chemioterapici, il coumadin, la rifampina e la fenazopiridina comporta una colorazione tendente all’arancio.

Il diuretico triamterene può rendere le urine di colore verde intenso. Infine, il metronidazolo, il metocarbamolo e vari lassativi a base di senna possono rendere le urine marroni.

Cibi che rendono scure le urine

Vi sono poi dei cibi che contribuiscono a rendere scure le urine. Il colore delle urine varia per la presenza di pigmenti che caratterizzano alcuni cibi, assunti regolarmente. Si parta dall’idea di fondo che il colore tradizionale delle urine non si discosta più di tanto da quello della birra: un giallo, tendente alla tonalità paglierina.

Il colore delle urine, però, è strettamente collegato all’urocromo, ossia a un pigmento derivante dal processo di degradazione dell’emoglobina. Quanto più questo pigmento di colore giallo risulta diluito, tanto più l’intensità del colore ne risente.

A fronte di una idratazione regolare, il colore delle urine è trasparente. Diventa invece scuro, a fronte di scarsa introduzione di liquidi nel corso della giornata. La tonalità varia dal marroncino all’ambra.

Cibi come mirtilli, melograno, basilico rosso, cavolo rosso, ribes, fichi d’india, uva, rabarbaro, melograno, succhi contenenti antociani e barbabietola sono pertanto alcuni dei cibi e delle bevande che possono rendere il colore delle urine più scure, quasi tendenti al rossastro.

Patate dolci, carote e zucca, invece, fanno sì che il colore delle urine possa tendere all’arancione.

Infine, asparagi, spinaci, frullati verdi, tè verde e alga spirulina possono far sì che le urine abbiano un colore verde intenso e una conformazione particolarmente schiumosa. Occorre constatare poi che un eccessivo consumo di asparagi può conferire un maleodorante odore di zolfo. La motivazione principale risiede nell’eccessiva presenza di asparagina. Di cosa si tratta? Sostanzialmente di un amminoacido di tipo sulfureo.

Per quanto riguarda la conformazione schiumosa delle urine, la motivazione principale risiede nel fatto che all’interno del regime dietetico seguito vi è una forte presenza di proteine animali. Il colore scuro, se tende al torbido, può essere dovuto anche all’eccessiva presenza di spezie, di alimenti troppo marinati o ancora di sale.

Quali sono i principali sintomi connessi alle urine scure?

In genere, si parla di urine scure e maleodoranti. Il fatto che siano torbide comporta nella maggior parte dei casi anche dolori e bruciori in fase di minzione.

Urine scure: le principali cause

Quali sono le cause principali per quanto riguarda le urine scure?

In primo luogo, c’è il rischio di essere andati incontro a neoplasie e a infiammazioni per ciò che concerne l’apparato urinario: uretrite, gonorrea, cistite, calcoli renali, epatite, ittero, insufficienza renale, peritonite e nefrite sono alcune delle cause più ricorrenti. Le complicazioni maggiori, però, si hanno a fronte di tumori che interessano i reni e il fegato.

Rimedi contro le urine scure

La tonalità cupa dell’urina e l’odore particolarmente intenso sono dovuti spesso a una sudorazione eccessiva oppure a un’evidente disidratazione. Per riportare il colore dell’urina alla normalità, diventa imprescindibile reintegrare i liquidi.

Urine scure: occorre contattare il medico?

Assolutamente sì. A fronte di urine scure, è bene avvisare il medico di fiducia. Quest’ultimo si occuperà di identificare la causa principale del disturbo, prescrivendo l’urinocoltura e l’esame delle urine. Quanto più tempestiva di dimostra la diagnosi, tanto più il problema può essere risolto in tempi rapidi. In questo modo, si evitano possibili complicazioni.

Conclusioni

Tirando le somme, il colore scuro delle urine deve essere interpretato come un mero segnale di disidratazione. Nel soggetto sano vanno intese come urine più concentrate. Determinati alimenti oppure specifici farmaci possono incidere su questo aspetto.

Nei casi più gravi, come ad esempio la presenza di sangue nelle urine, l’ittero, l’ostruzione del flusso biliare, occorre tenere conto che il colore scuro va inteso come un vero e proprio campanello d’allarme.

In linea di massima, a fronte di urine scure e torbide con continuativa necessità di urinare, bruciori e dolori addominale in fase di minzione, vi sono tutti i presupposti per un’infezione delle vie urinarie. Stesso discorso in riferimento a febbre, spossatezza ed eccesso di sudorazione. In questi casi, l’odore delle urine può essere addirittura nauseabondo.

Se il colore delle urine è tendente al rossastro e non sono stati assunti i cibi o le bevande precedentemente indicati, potrebbero esserci dei problemi alla prostata. A fronte di colore rossastro delle urine e di dolori al fianco, potrebbero esserci dei calcoli renali. A fronte di urine scure, con pelle tendente al giallo, il fegato potrebbe essersi ammalato. Stessa cosa se le feci sono chiare e le urine appaiono più scure del dovuto. Sono elevate le probabilità di calcoli biliari.

In ogni caso, è sempre opportuno contattare il medico di fiducia per avere una panoramica completa sulla questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui