Come Eliminare il Gocciolamento Post Minzionale

Come Eliminare il Gocciolamento Post Minzionale

Il gocciolamento urinario è un disturbo che mette in imbarazzo qualsiasi uomo e nessuno vuole ammettere di averlo. Si tratta in realtà di un problema estremamente comune ed è anche molto fastidioso e per niente igienico. Ma cos’è esattamente un gocciolamento post minzionale?

Si comprende facilmente dalla sua denominazione, stiamo parlando di una perdita di urina involontaria anche dopo aver svuotato completamente la vescica, o almeno così si crede. Tale fenomeno è noto anche come sgocciolamento terminale in quanto avviene qualche decina di secondi dopo aver finito di urinare e può accadere a qualsiasi età dell’uomo quindi non si tratta di un problema esclusivo dell’età matura anche se è più probabile con il passare del tempo.

Questo disagio accade sia all’uomo che alla donna ma soprattutto nelle persone di sesso maschile, succede che un giorno l’uomo si rende conto di aver perso qualche goccia di urina dall’uretra ma non ci fa molto caso fino a che l’evento non si ripete più volte.

La cosa spiacevole è che questo problema può accadere non solo qualche secondo dopo aver urinato ma può presentarsi anche dopo alcuni minuti, quindi quando ci si è già rivestiti e si è tornati alle normali attività lavorative, familiari o sociali. L’imbarazzo di sentirsi bagnati o, peggio, che qualcuno lo faccia notare è davvero difficile da sopportare per chiunque. L’urina in più può gocciolare in maniera più o meno evidente dando il via a macchie bagnate che si presentano sui pantaloni e sono difficili da nascondere, quindi è necessario evitare che questo spiacevole avvenimento rovini la qualità della vita del maschio.

Quali sono le cause del gocciolamento urinario maschile?

Le cause del gocciolamento post minzionale, sono dovute principalmente alla muscolatura del pavimento pelvico che forma la parte interna dell’uretra, ovvero quel canale che permette all’urina di uscire dall’organismo per eliminare sostanze di scarto e tossine. Una volta che le fasce muscolari di quest’area si indeboliscono e non sostengono più come facevano prima oppure non sono mai stati così sviluppati, lasciano fuoriuscire l’urina. Il problema è che non è possibile rafforzarli anche volendo, si tratta di muscolatura involontaria ed è più facile che con il passare degli anni i muscoli non tengano più quanto prima.

Ma cosa fa indebolire la muscolatura del pavimento pelvico?

I fattori che possono portare a tale situazione sono diversi, tra questi troviamo le eventuali operazioni chirurgiche dovute alla prostata ingrossata da curare, uno sforzo continuativo che avviene per la stitichezza e quindi la relativa difficoltà a defecare o una situazione di sovrappeso importante.

Inoltre altre cause possono essere la presenza di colpi di tosse continui come nel caso di un fumatore che tossisce spesso, la presenza di danni a livello neurologico oppure al sollevamento di pesi in modo persistente come nel caso di chi lavora con oggetti pesanti. Infine l’età del soggetto che soffre di questo disturbo che non deve essere per forza anziano ma le probabilità che questo accada in età matura sono sicuramente maggiori.

Nel caso di problemi alla prostata possono risultare d’aiuto alcuni integratori come il Prostatricum.

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Come si può ridurre il gocciolamento terminale minzionale?

Bisogna dire che quando si verifica questa problematica vi possono essere stati già in precedenza o attualmente, segnali di disfunzionalità urinarie come l’urgenza urinaria, il flusso di emissione dell’urina ridotto o debole e la necessità di urinare con maggiore frequenza del normale. Come agire per migliorare la situazione ed è possibile eliminare del tutto lo sgocciolamento minzionale maschile? Ecco alcuni consigli utili ed efficaci per la maggior parte degli uomini.

Prima di tutto è importante mantenere in esercizio il pavimento pelvico svolgendo costantemente movimenti specifici. La muscolatura di quest’area è quella che viene attivata quando devi arrestare il flusso urinario quindi è essenziale mantenerla allenata e tonica. Se si svolgono i movimenti adeguati e lo si fa con continuità, si possono ottenere effettivi e reali miglioramenti della tenuta della vescica oltre che dell’intestino risolvendo completamente o riducendo il problema delle perdite urinarie. Inoltre evitando di bagnarsi si prevengono le irritazioni della pelle delicata dei genitali e conseguenti infezioni che vanno a coinvolgere anche gli organi interni compresa la prostata.

Esercizi pratici per la muscolatura del pavimento pelvico

Come abbiamo visto è necessario svolgere esercizi costanti per continuare a mantenere il controllo dei muscoli che ricoprono il pavimento pelvico e circondano l’uretra attraverso la quale passa l’urina prima di essere espulsa. Vediamo come esercitarsi in modo semplice e pratico.

Per svolgere questo facile esercizio si deve partire in posizione seduta oppure in piedi, da qui si deve contrarre i muscoli pelvici per due secondi e poi si rilascia lentamente, sempre mantenendo il perfetto controllo. Questo movimento si deve ripetere per 15 volte inizialmente ma si può aumentare man mano che si sviluppano i muscoli e si diventa più pratici nel movimento.
Compiuta la prima serie si attende 5 secondi rilassando la muscolatura poi si contrae di nuovo e si trattiene per 5 secondi e si si rilascia di nuovo, anche questa volta si eseguono 15 ripetizioni. Riposare per un minuto.

Passato il tempo di riposo, contrarre molto forte i muscoli pelvici e trattenere per 2 secondi, ripetere per 15 volte. Rilassare la muscolatura e riposare, poi ripetere le contrazioni trattenendo con forza per 5 secondi e rilasciare lentamente e ripetere per 15 volte. Questi esercizi si possono fare ovunque, sia in casa che in ufficio o in viaggio senza alcun problema, nessuno si accorgerà di niente. Si tratta di movimenti importanti per l’uomo non solo per quanto riguarda la prevenzione e la cura del gocciolamento post minzione ma anche per ottenere una maggiore durata dell’erezione.

Cos’è e come fare il massaggio uretrale bulbare?

Una tecnica facile da mettere in atto per prevenire lo spiacevole evento dello sgocciolamento dell’urina è quella conosciuta come la mungitura uretrale. Quest’operazione deve essere svolta successivamente all’interruzione del flusso di urina, si tratta di “mungere”, quindi estrarre la piccola quantità di urina rimasta nell’uretra. Per farlo si devono posizionare le dita dietro lo scroto ed eseguire un massaggio delicato avanti e verso l’alto ovvero la base del pene. In questo modo dovrebbero uscire le ultime gocce risolvendo il problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui