Correlazione tra salute dei denti e prostata

Correlazione tra salute dei denti e prostata

Non tutti sanno che la salute dei denti può rappresentare un serio pericolo per la prostata.
Infatti, esistono delle correlazioni tali che possono incidere sul funzionamento della prostata e causare infezioni ed infiammazioni tali da comportare minzione, bruciore e problemi più gravi come un mal funzionamento della prostata.

Spesso si pensa che il problema venga da altri canali ma in realtà i denti incidono su molte malattie perché per curare gli stessi vengono utilizzate tecniche ed impianti che sono estranei al corpo e possono circolando nel sangue essere un fattore concomitante ipertrofie ma anche malattie infiammatorie ed infezioni batteriche, attraverso la bocca è possibile ingerire davvero tanti batteri che compromettono la salute.

A seguire una guida sulla correlazione tra la salute dei denti e la prostatite, cosa fare e a cosa prestare attenzione.

Denti ed otturazioni: un pericolo per la prostata

I denti sono causa di diverse malattie che non si limitano alla bocca ma possono coinvolgere i nervi, i muscoli e gli organi creando accessi ed infezioni a volte anche mortali.
I denti possono cariarsi e per questo è necessario eseguire delle otturazioni ora per otturare un dente sono impiegati dei materiali che per lo più contengono mercurio, noto per essere lesivo per il corpo una dose eccessiva di questo materiale o un otturazione non eseguita a regola d’arte può favorire problemi seri come perdita del dente ma coinvolgere anche i nervi e il tessuto biologico fino ad andare a comportare danni alla prostata.

La prostata può essere colpita perché le otturazioni possono favorire problemi ai nervi dell’inguine e comportare un disfunzionamento della prostata intaccando il sistema immunitario.
I nervi dell’inguine si infiammano e la prostata si ingrossa notevolmente favorendo minzione, dolore, infiammazione e problemi di svuotamento della vescica nonché di interazione sociale andando ad incidere anche sulla sfera sessuale.

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Denti e ipertrofia alla prostata

Non vi è un riscontro affermato e dichiarato che associ la formazione del cancro alla prostata con i denti ma molti studi e riscontri statitici portano verso questa correlazione.
Tra le cause dell’ipertrofia alla prostata si può catalogare anche i problemi ai denti.

La causa scatenante sarebbe data dall’amalgama, un materiale che viene impiegato per eseguire le otturazioni in caso di dente cariato.

Questo materiale per quanto capace di salvare il dente dalla carie e di ricostruire la parte malata rilascia nel nervo del materiale, il mercurio, che da secoli si sa rappresenta un veleno per il corpo.
Ragion per cui per evitare disastri e correlazioni con la prostata darebbe opportuno eseguire un’indagine dentistica per evidenziare quanto mercurio è presente nel canale orale ed eliminarlo all’occorenza.
La prevenzione aiuta a limitare i casi di ipertrofia alla prostata e consente di non intaccare i tessuti e i nervi.

Purtroppo si è consapevoli che per quanto si presti attenzione alla propria igiene orale è impossibile non avere mai problemi con i denti ma la presenza di otturazioni per quanto può salvare il dente può comportare degli effetti collaterali ben più gravi che possono condurre alla morte.

Cos’è l’amalgama

Per anni si è cercato di studiare nel campo dentistico soluzioni per salvare i denti affetti da carie in modo da non dover provvedere per forza con l’estrazione dello stesso.
Nel caso di carie più o meno superficiali si è passata alla tecnica dell’otturazione, per cui il dente viene scavata per eliminare la carie e il buco ricoperto con l’otturazione fatta con un materiale che prende il nome di amalgama.

Tecnicamente amalgama per resistere e dare una certa consistenza al dente è fatta con mercurio, si tratta in poche parole di una lega di metallo ragion per cui si sta immettendo nel corpo in elemento estraneo per cui è importante prestare attenzione perché la presenza del mercurio in esso rappresenta un veleno per il sistema nervoso e muscolare incidendo sugli organi tra cui la prostata.

Le cellule possono impazzire ed essere causa di cancro, per lo più benigni, ma tali da richiedere l’intervento chirurgico che il più delle volte può compromettere la fertilità dell’uomo.

Altresì, l’amalgama con il rilascio di mercurio può agire negativamente anche sull’aspetto psicologico favorendo senso di stanchezza e malessere fisico con una nota di depressione al punto da incidere nell’ambito delle relazioni affettive e sulla vira sociale dell’uomo interessato dal problema alla prostata.

Rimedi alternativi per evitare i danni delle otturazioni sulla prostata

In virtù del fatto che è stato dimostrato che l’amalgama nascondesse al suo interno residui di mercurio e da quando il mercurio è stato bandita anche dai termometri perché altamente rischioso, considerato un metallo pesate nocivo per la salute ossia un veleno per il corpo, che le otturazioni vengono eseguite con materiali diversi più costosi ma tali da non incidere sulla salute.

Ragion per cui laddove si verificassero accessi o carie è opportuno recarsi da un dentista di fiducia o comunque da un professionista che non usa il mercurio per le otturazioni perché illegale.
Prima di un qualsiasi intervento alla bocca si consiglia di chiedere quali materiali verranno impiegati per l’otturazione espletare tentativi meno invasivi.

In primo luogo, è opportuno mantenere un igiene orale costate al fine di non doversi sottoporre ad interventi naturalmente non è sempre possibile perché la carie possono presentarsi anche per un fattore ereditario o per una deficienza immunitaria.

Quindi, laddove la carie dovesse manifestarsi si deve prestare attenzione al tipo di otturazione che viene eseguita, bisogna chiedere che materiali vengono impiegati e verificare che gli stessi non presentino l’amalgama.

Nell’eventualità si abbiano già otturazioni con l’amalgama è necessario farsele sostituire per evitare che nel luongo termine il mercurio rilasci sostanze nocive che possono andare a ledere la prostata.
Si conclude affermando che nell’eventualità si manifestino problemi alla prostata e si hanno contemporaneamente problemi ai denti è opportuno verificare se denti e prostata non siano correlati e eseguire le dovute verifiche per accertare la presenza di mercurio all’interno del sangue ed eventualmente eliminare le otturazioni presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui