Dolore al testicolo può essere causa della prostatite?

Dolore al testicolo può essere causa della prostatite?

La prostatite è una condizione infiammatoria della prostata che colpisce gli uomini dai 40 anni in su ma può anche comparire intorno ai 30 anni. Questo fenomeno può dare vita a numerosi disturbi che includono anche il tratto urinario in quanto l’uretra, attraversando la prostata, può venire coinvolta nell’infiammazione.

La maggior parte degli uomini affetti da prostatite lamenta fastidi al tratto urinario con complicazioni e dolore durante la minzione e ridotto flusso dell’urina. In altri casi possono anche manifestarsi sensazione di pesantezza al basso ventre e dolori all’apparato genitale maschile tra cui un dolore intenso ai testicoli. Analizziamo nel dettaglio che cos’è il dolore al testicolo e quale potrebbe essere la correlazione con la prostatite.

Quali sono le cause della prostatite?

La prima cosa da fare per prevenire il rischio di sviluppare la prostatite è comprendere le cause e i fattori che possono provocarne la comparsa della patologia anche in soggetti di giovane età.

Le cause della prostatite sono numerose e possono essere diverse fra loro: per questo motivo in alcune circostanze è difficile diagnosticare subito una prostatite in quanto i fattori scatenanti possono includere disordini intestinali, un cattivo stile di vita, un’alimentazione scorretta, pratiche sessuali particolari e abitudini della minzione. È fondamentale dunque intervenire in tempo in presenza di una prostatite e risalire alla causa che favorisce la malattia.

Occorre inoltre considerare che la prostatite può anche dipendere da un’infezione batterica a causa della presenza di batteri nella flora intestinale i quali possono anche coinvolgere il tratto urinario e le vie seminali.

Quali sono i principali sintomi della prostatite?

I sintomi della prostatite, come accennato, possono essere molto diversi tra loro e coinvolgere varie aree del corpo.

Nella maggior parte dei casi gli uomini affetti da infiammazione e ingrossamento della ghiandola prostatica manifestano i seguenti disturbi

• dolore all’apparato genitale maschile;
• dolore e bruciore durante i rapporti sessuali;
• necessità frequente di minzione;
• sensazione di non svuotare completamente la vescica;
• dolore che si estende lungo la fascia interna della coscia;
• bruciore durante la minzione;
• senso di pesantezza lungo il basso ventre;
dolore ai testicoli;
• tracce di sangue nello sperma.

Molti uomini che iniziano ad avere problemi di prostata non sanno come agire e tendono a sottovalutare la patologia: trascurare un’infiammazione alla ghiandola prostatica significa andare incontro ad un peggioramento con conseguente senso di disagio ed imbarazzo nel corso della giornata. I sintomi possono diventare sempre più intensi e frequenti col passare degli anni.

Cos’è il dolore ai testicoli?

Il dolore ai testicoli può essere davvero invalidante: si tratta di una fastidiosa sensazione percepita su tutta la zona dei testicoli e lo scroto, ossia la sacca che contiene i testicoli. Questo disturbo può anche coinvolgere le zone circostanti come l’addome e l’inguine e manifestarsi con intensità differenti.

Nei casi di lieve entità infatti, il dolore ai testicoli può essere di tipo temporaneo, ossia provocato da fattori esterni come urti e collisioni. Anche un abbigliamento inadeguato composto da indumenti eccessivamente stretti può causare l’insorgere di una determinata pressione su questa area dando vita a stati infiammatori.

In altri casi il dolore ai testicoli può essere persistente e scaturire dalla presenza di patologie tra cui la prostatite.

Dolore al testicolo può essere causa della prostatite?

La prostatite, insieme ad altre patologie, può essere la causa scatenante del dolore ai testicoli. Quando la prostata si ingrossa per via della presenza di un’infiammazione può compromettere anche la funzionalità del tratto urinario con conseguenti problemi di minzione fino a coinvolgere anche l’apparato genitale maschile.

L’attività sessuale può venire del tutto compromessa in quanto, oltre ad un dolore persistente ai testicoli, vi è anche il rischio di incorrere in un’eiaculazione dolorosa. Questa condizione porta ad un’emissione di sperma dolorosa associata a bruciore lungo la zona del perineo.

Il fastidio a livello dei testicoli dunque diviene una sintomatologia piuttosto frequente fino a rovinare del tutto anche il piacere sessuale. La disfunzione erettile può altrettanto essere associata alla presenza della prostatite, motivo per cui alcuni uomini vanno incontro ad un calo del desiderio e un’attività sessuale sempre più ridotta.

Come riconoscere il dolore ai testicoli causato dalla prostatite?

Tra i principali sintomi che vengono riscontrati nei soggetti affetti da prostatite è possibile riconoscere dei disturbi specifici.

Il dolore ai testicoli ad esempio, può essere di due tipologie, ossia monolaterale o bilaterale. Alcuni pazienti lamentano una sensazione di dolore soltanto verso un’area specifica dei testicoli mentre altri avvertono un dolore testicolare intenso che si estende su tutta la zona.

Al dolore ai testicoli sono generalmente associati altri sintomi come una sensazione di pesantezza lungo l’area del perineo, ossia la parte che va dai testicoli all’ano. Anche il dolore inguinale è molto comune in presenza di prostatite: in questo caso si avverte una sensazione di indumenti particolarmente stretti.

Il dolore testicolare può inoltre manifestarsi insieme ad un fastidio e un bruciore acuto lungo la punta del pene che può persistere anche in seguito all’eiaculazione. Generalmente la parte a livello della vescica e la sensazione di non svuotarla completamente sono sintomi tipici della prostatite.

Dolore ai testicoli e disturbi sessuali

I sintomi della prostatite come il dolore ai testicoli e al pene possono essere connessi ai problemi di erezione mettendo a dura prova la vita sessuale di un uomo. I fastidi della prostatite infatti possono anche riversarsi a livello psicologico per via delle seguenti difficoltà:

erezioni deboli o assenti;
disfunzione erettile;
• desiderio sessuale ridotto;
• eiaculazione precoce.

Prevenire la prostatite è dunque fondamentale per vivere serenamente ma per farlo occorre prestare attenzione alle proprie abitudini quotidiane tra cui l’alimentazione, le bevande, l’attività motoria e le abitudini in ambito sessuale da associare ad un trattamento adeguato onde evitare che la patologia possa ripresentarsi in futuro.

Questo può essere un valido prodotto:

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui