Esercizi di Kegel per la prostata

Esercizi di Kegel per la prostata: ecco cosa sono e come funzionano

Gli esercizi di Kegel possono rivelarsi decisamente utili per il benessere della prostata, in quando da un lato apportano miglioramenti concreti alle performance sessuali e dall’altro agevolano il controllo della vescica. Nell’immaginario collettivo, si tende a credere erroneamente che gli esercizi di Kegel siano di estrema utilità solo per le donne. In realtà, non è così.

Trattasi di un falso mito. Gli esercizi di Kegel si dimostrano validi anche per gli uomini: a trarne giovamento sono in primo luogo i muscoli del pavimento pelvico che, di fatto, vengono rinforzati. Questi muscoli sono deputati a supportare sia l’intestino sia la vescica: il loro ruolo è, pertanto, imprescindibile per ciò che concerne le prestazioni sessuali.

Cosa sono gli esercizi di Kegel?

Gli esercizi di Kegel sono sostanzialmente delle contrazioni volontarie che riguardano i muscoli del pavimento pelvico. A inventarli fu il ginecologo statunitense Arnold Kegel: la loro utilità è considerevole nei casi di eiaculazione precoce, visto che consentono una migliore gestione dell’orgasmo.

L’afflusso di sangue si conferma ottimale per quanto riguarda l’apparato sessuale. Stesso discorso anche per coloro che sono incontinenti. Anche in questo caso, gli esercizi di Kegel sono un valido alleato.

La prostata risulta influenzata da questi esercizi e pertanto sarà tenuta in salute.

Ricerche scientifiche dimostrano come gli esercizi di Kegel siano utili alla prostata

Esercizi di Kegel e prolungamento del mantenimento dell’erezione

Sono numerosi gli studi scientifici, volti a dimostrare quanto gli esercizi di Kegel possano incidere positivamente sullo stato di salute della prostata. Una delle ricerche più autorevoli in materia è stata pubblicata sul British Journal of General Practice: lo scopo di questo studio è stato quello di dimostrare come, agendo direttamente sulla prostata, gli esercizi di Kegel possano contrastare con efficacia i casi di disfunzione erettile, di eiaculazione precoce e di impotenza, garantendo orgasmi più intensi e lunghi.

In questa casistica, a essere coinvolta è la questione mentale. Su un campione di 55 uomini che non riuscivano a tenere il pene in erezione per un lasso di tempo superiore a 30 secondi, dopo gli esercizi di Kegel è venuto fuori che il 40% aveva definitivamente risolto il problema, mentre il 35% aveva notevolmente migliorato i tempi. Ottimi risultati, insomma.

Gli esercizi di Kegel funzionano meglio del Viagra

Vi è un’altra ricerca scientifica, volta a dimostrare l’efficacia degli esercizi di Kegel nei rapporti sessuali e, di conseguenza, sullo stato di salute della prostata. A condurla è stata un medico tedesco, Frank Sommer, che ha voluto dimostrare come il funzionamento di questi esercizi è migliore rispetto al Viagra.

Partendo da un campione di 124 persone, è stata effettuata una suddivisione in tre gruppi: il primo gruppo ha appreso i segreti degli esercizi di Kegel; il secondo gruppo ha preso il Viagra; il terzo gruppo ha preso una pillola finta (placebo). Risultato? L’80% di coloro che hanno seguito il piano di esercizi di Kegel è stato in grado di migliorare sensibilmente l’erezione; con la pillola di Viagra, ne hanno beneficiato il 74% dei diretti interessati. Nel caso della pillola di placebo, invece, solo il 18%.

Nonostante ciò integratori naturali come il Prostatricum, spesso possono risultare efficaci.

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Funzionamento degli esercizi di Kegel

Cosa dire in riferimento alla logica di funzionamento degli esercizi di Kegel, nell’ottica del miglioramento dello stato di salute della prostata? Come già evidenziato, il piano di contrazioni è strettamente connesso a una questione mentale: si riesce, infatti, a tenere sotto controllo i muscoli del pavimento pelvico e a gestirli in modo ottimale. D’altronde, non si può di certo intervenire manualmente in questa casistica.

Il punto di partenza per il corretto funzionamento degli esercizi di Kegel è lo svuotamento della vescica. Fatta questa operazione, è possibile iniziare a comprimere i muscoli. Bisogna prima tenerli in tensione per un intervallo di tempo compreso tra i tre e i cinque secondi. Dopodiché è bene procedere con la fase di rilascio, utile per mettere ai muscoli di rilassarsi. Questo step dovrebbe durare attorno ai cinque secondi, affinché i muscoli del pavimento pelvico non si affatichino. Il ciclo deve durare tra le sei e le dieci ripetizioni. Per un miglioramento visibile quanto prima, è bene effettuare tre cicli giornalieri: il primo al mattino, il secondo al pomeriggio e il terzo di sera.

Entrando più nei particolari, si tenga conto del fatto che la contrazione riguarda il muscolo pubococcigeo, la cui entrata in funzione avviene nel momento in cui si desidera interrompere il normale flusso dell’urina: con gli esercizi di Kegel, si va a indurire questo muscolo mediante un paio di contrazioni.

Dopodiché occorre fare un break, fondamentale per una questione di riposo, e poi procedere a una nuova sessione. Come ci si può rendere facilmente conto, non è nulla di particolarmente complesso. Anzi, all’esatto opposto ci si mette poco per andare incontro a seri miglioramenti. Il bello degli esercizi di Kegel è che li si può fare anche a tempo perso. Magari quando guardi la tv o ascolti la radio in soggiorno.

Tra i tanti accorgimenti da tenere in considerazione vi è quello di non esagerare con i suddetti esercizi, in quanto c’è il rischio di andare incontro a perdite di urina.

Esercizi di Kegel e benefici per la prostata

Possiamo inquadrare i benefici per la prostata come vantaggi indiretti. È proprio grazie al migliore afflusso di sangue che la prostata viene stimolata.

Di conseguenza, tutte le problematiche che possono verificarsi con il passare degli anni, dalle infiammazioni all’ingrossamento di questa ghiandola, vengono di fatto allontanate. Effettuare un massaggio interno alla prostata, ad esempio, è cosa molto vantaggiosa, a detta degli urologi: l’eiaculazione frequente è di cruciale importanza per la salute di quest’organo. I vantaggi vengono riscontrati nel corso di ognuna delle eiaculazioni, visto che si registra la contrazione della prostata.

La ghiandola prostatica, in genere, essendo incastrata fra la muscolatura perianale e la vescica, non sono può essere considerata come una sorta di ambiente, dove vi sono tutta una serie di agenti patogeni che possono insediarsi, ma anche un organo di ridotta irrorazione ematica. Con gli esercizi di Kegel, pertanto, questo problema viene risolto alla radice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui