Finasteride

Finasteride funziona per la prostata?

Finasteride funziona per la prostata?

Il Finasteride, è il medicinale ideale per curare la prostatite e per mantenere al meglio le funzionalità dell’apparato urinario maschile? In questa guida risponderemo a tutti questi quesiti, e anche ad altri sul tema.

Cos’è il Finasteride?

Il Finasteride, detto anche al femminile la Finasteride, è un principio attivo farmacologico che fa parte del gruppo degli inibitori, cioè è in grado di inibire un determinato enzima. Questo è il 5-alfa-reduttasi ed è di fatto un tipo di testosterone, quindi un ormone del tutto maschile.

Inibendo questo particolare enzima il Finasteride riporta l’organismo a lavorare correttamente ed elimina e mitiga alcuni fastidi e problematiche relative sia all’apparato prostatico, ingrossamento della prostata, sia riguardanti la peluria, l’alopecia nello specifico.

Quali sono i farmaci che contengono Fiansteride?

In commercio oggi sono molti i medicinali che contengono Finasteride e sarà il medico a consigliare quello ideale allo specifico caso-problematica. In generale possiamo annoverare questi farmaci tra i più utilizzati per la prostata e per l’alopecia maschile:

• il Propecia®;
• Prostide®;
• l’Asterid®;
• il Carefinast®;
• il Fendazel®;
• il Finacapil®;
• il Finastid®;
• il Finedor®;
• il Finestar®.

N.B.: Ogni farmaco ha la sua specifica posologia e la sua composizione, ma sono per lo più medicamenti che si assumono oralmente. In generale quelli con dosi di principio attivo, Finasteride, più alto sono indicati per curare i problemi legati alla prostata, mentre con basso dosaggio sono indicati per l’alopecia maschile.

Serve la ricetta per assumerli?

Prima di comprendere se il Finasteride funziona per la prostata specifichiamo che qualsiasi farmaco che lo contiene non è un medicamento da banco. Cioè il farmaco con Finasteride deve essere prescritto, con regolare ricetta medica, dal medico curante e per un fine specifico. Si tratta di farmaci che non si possono acquistare online o sottobanco, per così dire, e servono solo ed esclusivamente per curare alopecia e/o prostata ingrossata e relativi fastidi-problematiche.

A cosa serve il Finasteride?

Quindi a cosa servono i farmaci con Finasteride come principio attico? Servono per due differenti manifestazioni:

per curare l’ipertrofia prostatica benigna, cioè per curare l’ingrosaamento della prostata;
per curare e bloccare l’alopecia negli uomini, ovviamente se questa si manifesta a causa di squilibri ormonali e non per altre motivazioni.

Il Finasteride funziona per la prostata?

Sì, i farmaci con Finasteride funzionano per curare la prostata, e nello specifico per curare l’ipertrofia prostatica, cioè il suo ingrossamento benigno. Con questo non intendiamo una forma tumorale benigna o meno, e infatti il medico, prima di prescrivere il farmaco con Finasteride, dovrà accertarsi che nell’area prostatica e urinaria non ci siano cellule tumorali di alcun genere. Se fossero presenti prima valuterà se e come asportarle e solo dopo potrà pensare di prescrivere il farmaco.

Anche in caso di alopecia il medico sottoporrà il paziente a test ed esami per confermare la natura ormonale del problema e per, solo poi, poter prescrivere il farmaco con Finasteride se necessario e se ritenuto l’unico mezzo per la cura.

Quando e perché si ingrossa la prostata?

L’ipertrofia prostatica benigna, cioè l’ingrossamento della prostata, non ha una causa specifica scatenante, ma colpisce soprattutto gli uomini over 60-70. Questo perché determinati fattori fisici, ormonali, nutrizionali, bio-chimici, ecc. propri di ogni individuo, mutano a loro modo con l’avanzare dell’età e in maniera del tutto personale, unica. Inoltre è bene sottolineare come spesso sia impossibile prevenirne la comparsa e l’ipertrofia prostatica benigna è bene sapere che si manifesta e sviluppa con caratteristiche e modalità del tutto differenti da persona a persona in relazione proprio all’unicità dei fattori scatenanti e delle qualità fisiche di ciascun uomo colpito dallo stesso ingrossamento prostatico.

Sintomi della prostata ingrossata?

Quali sono i sintomi della prostata ingrossata, cioè dell’ipertrofismo prostatico benigno? Prima di tutto facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire come è fatta la prostata. Si tratta di una membrana a forma di castagna che abbraccia parte dell’uretra, del condotto urinario che dalla vescica porta allo svuotamento verso l’esterno del corpo. Quando, per i motivi più svariati, la prostata si ingrossa anche solo in parte, può ostacolare lo svuotamento e causare fastidi, dolori, problematiche varie. Quindi, quali sono i sintomi dell’ingrossamento della prostata?

• Crescente difficoltà ad urinare, a svuotare la vescica;
• necessità di urinare spesso, anche se di fatto può succedere che dalla vescica non esca nulla o poco liquido;
• bisogno di orinare di sovente soprattutto durante la notte;
• il getto dell’urina è debole, di sovente intermittente.

Se l’ipertrofia prostatica benigna viene trascurata i sintomi possono non solo peggiorare, ma anche evolversi in altre patologie-fastidi. Per esempio può sopraggiungere:

l’incontinenza;
• l’incapacità di orinare, detta tecnicamente ritenzione dell’urina;
• le ernie della muscosa vescicale come calcoli e/o diverticoli;
• la presenza di sangue nelle urine, detta scientificamente ematuria;
• la dilatazione dei reni ed degli ureteri;
• l’insufficienza renale, nei casi più gravi e trascurati da molto tempo.

Quando assumere il Finasteride per la prostata?

I farmaci con principio attivo di Finasteride vanno prescritti dal medico curante. Questi sono per lo più sotto forma di compresse deglutibili, da ingerire con l’aiuto di un bicchiere di acqua giornalmente: la posologia varia da caso a caso e da farmaco a farmaco.

Il medicinale con Finasteride va assunto non appena viene prescritto dal dottore, ed è chiaro che prima ci si sottopone ad accertamenti e ad una relativa cura prima di elimineranno i fastidi prostatici, scongiurando anche eventuali problematiche più gravi e/o croniche.

Il fai da te va sempre evitato ma, durante il trattamento con Finasteride, o per prevenire l’eventuale ingrossarsi della prostata, è possibile attuare comportamenti ad hoc come il consumo di tosane diuretiche e disinfiammanti. In generale è sempre bene chiedere al medico prima di assumere integratori e/o tisane specifiche, ma è altrettanto importante avere uno stile di vita quanto più possibile sano ed equilibrato che scongiuri l’insorgere di problematiche prostatiche.

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui