Flogosi Prostatica

Flogosi Prostatica Cos’è?

La Flogosi Prostatica è un’infiammazione della prostata, ovvero dell’organo ghiandolare e fibromuscolare di cui sono dotati solamente uomini.

Grande quanto una castagna, la prostata circonda l’uretra e si trova sotto la vescica.

Come accennato sopra, la prostata può essere colpita da malattie infiammatorie tra cui l’IPB (Ipertrofia Prostatica Benigna), l’Adenocarcinoma Prostatico, un tumore maligno, e la più comune Flogosi Prostatica, conosciuta come infiammazione alla prostata. Quest’ultima può avere un’origine infettiva oppure non infettiva.

Quella della Prostatite è una problematica solo ed esclusivamente maschile, infatti, si tratta di un’infiammazione piuttosto diffusa tra gli uomini. A soffrirne di fatto è poco più dell’8% del cosiddetto sesso forte.

Flogosi Prostatica: il quadro sintomatologico

Il quadro sintomatologico della Flogosi Prostatica solitamente si manifesta con:

  • stati dolorosi all’area pelvica;
  • stati dolorosi allo scroto;
  • stati dolorosi nell’area bassa della schiena;
  • manifestazione di disturbi urinari quali stranguria;
  • pressante necessità di urinare, disuria e via discorrendo;
  • stati dolorosi durante l’eiaculazione;
  • stati dolorosi durante la defecazione.

Per Curare la tua prostatite prova il nostro prodotto: Prostatricum (clicca qui)

Come si diagnostica la Flogosi Prostatica?

Per avere un’accurata diagnosi di Flogosi Prostatica, è necessario sottoporsi a diversi esami e indagini; seguire un iter diagnostico articolato ha come obiettivo principale quello capire le cause che hanno scatenato l’infiammazione.

A seconda del fattore che ha scatenato la Prostatite il medico prescriverà un trattamento mirato.

A tal proposito è doveroso evidenziare che:

  • la Flogosi Prostatica di origine infettiva necessita di una terapia a base di antibiotici;
  • la Flogosi Prostatica di origine non infettiva abbisogna di forme di trattamento differenti. Si tratta di terapie che non sempre sono specifiche.

I quattro tipi di Flogosi Prostatica

Come si evince da quanto detto fin ora, non esiste un unico tipo di Flogosi Prostatica, di fatto le infiammazioni a carico della prostata sono di ben quattro tipologie:

  • la Flogosi Prostatica acuta di natura batterica;
  • la Flogosi Prostatica cronica di natura batterica;
  • la Flogosi Prostatica cronica di natura non-batterica, che si divide in due sottotipi, ovvero la sindrome pelvica dolorosa cronica di natura infiammatoria e la sindrome pelvica dolorosa cronica di natura non infiammatoria;
  • la Flogosi Prostatica asintomatica.

Flogosi Prostatica acuta di natura batterica che cosa è?

La Flogosi Prostatica acuta di natura batterica è un’infiammazione acuta di natura batterica. I sintomi che l’accompagnano si manifestano improvvisamente e in maniera piuttosto brusca.

Questa tipologia di Prostatite può essere causata da diversi fattori tra cui:

  • le infezioni alle vie urinarie;
  • le infezioni trasmesse per via sessuale;
  • l’epididimite, un’infezione a carico dei testicoli;
  • l’attaco anomalo alla prostata da parte di batteri che normalmente sono presenti nelll’intestino retto;
  • la presenza di un restringimento dell’orifizio prepuziale, noto come fimosi;
  • la biopsia alla prostata;
  • presenza di traumi lesivi nell’area perineale;
  • il collo vescicale ostruito.

la Flogosi Prostatica acuta di natura batterica si manifesta con:

  • brividi accompagnati da febbre elevata;
  • stati dolorosi a carico dell’area pelvica;
  • stati dolorosi a carico dello scroto;
  • stati dolorosi a carico dell’area lombare;
  • stati dolorosi a carico dell’inguine;
  • diversi disturbi durante la minzione;
  • presenza di sangue nello sperma, conosciuta come emospermia;
  • stati dolorosi durante l’eiaculazione;
  • stati dolorosi durante la defecazione;
  • stati dolorosi durante il rapporto sessuale.

Affinché venga diagnosticata questa tipologia di Flogosi Prostatica di origine batterica è essenziale sottoporsi a un’anamnesi, a un esame obiettivo, a un’esplorazione digitale al retto e a tutta una serie di test su campioni di sangue, d’urina e di sperma.

La diagnosi tardiva e i trattamenti inadeguati, portano una serie di complicanze come:

  • l’incapacità di urinare,
  • la diffusione dell’infezione agli organi vicini;
  • la nascita di un ascesso prostatico;
  • la cronicizzazione dell’infiammazione;
  • la presenza di batteri nel sangue, denominata batterimia.

Flogosi Prostatica cronica di natura batterica che cosa è?

La Flogosi Prostatica cronica di natura batterica è un’infiammacazione causata da batteri.

Si tratta di una Prostatite che presenta sintomi graduali e persistenti.

Questa tipologia di infiammazione di natura batterica può scatenarsi a causa di:

  • un mancato trattamento della Flogosi Prostatica acuta di natura batterica;
  • un’infezione a carico delle delle vie urinarie;
  • un’infezione a carico dei testicoli (epididimite).

La sintomatologia di questa prostatite cronica ricorda quella della prostatite acuta di natura batterica, ma si differenzia da essa a causa della sua comparsa graduale, della sua minore severità e della sua incostanza. Questa Flogosi Prostatica, di fatto, è caratterizzata da periodi in cui non si ha alcuna sintomatologia a periodi in cui i sintomi si presentano in maniera prepotente.

La durata di questa Flogosi Prostatica è decisamente maggiore.

Per individuarla è necessario seguire il medesimo iter diagnostico previsto per la forma acuta di natura batterica; dunque, è essenziale eseguire:

  • un esame obiettivo;
  • un’anamnesi;
  • un’esplorazione digitale del retto;
  • i test su campioni di sangue, di urina e di sperma.

Se trattata in maniera inadeguata, questa Prostatite può subire diverse complicazioni, quali:

  • la presenza di batteri nel sangue (batterimia);
  • l’incapacità a urinare;
  • l’ascesso a carico della prostata.

Flogosi Prostatica cronica non-batterica che cosa è?

La Flogosi Prostatica cronica non-batterica è un’infiammazione che compare in maniera graduale, ma che si presenta con un carattere persistente.

Questa Prostatite non dipende da una presenza batterica nella ghiandola prostatica.

Non si conoscono ancora le cause di questa tipologia di infiammazione a carico della prostata.

Escludendo la febbre, i sintomi della Flogosi Prostatica cronica non-batterica si sovrappongono a quelli delle Prostatiti di natura batterica.

Per diagnosticare questa tipologia di infiammazione prostatica, il medico prescrive i medesimi esami e gli stessi test a cui si ricorre quando si sospetta una Flogosi Prostatica batterica.

Questa Flogosi Prostatica con il suo dolore cronico, in alcuni soggetti può essere foriera di episodi di depressione e di ansia.

Quella in oggetto è una Prostatite che viene suddivisa in due sottotipi di sindrome dolorosa cronica pelvica, ovvero:

  • la sindrome dolorosa cronica pelvica di natura infiammatoria;
  • la sindrome dolorosa cronica pelvica di natura non infiammatoria.

Flogosi Prostatica asintomatica che cosa è?

La Flogosi Prostatica asintomatica è un’infiammazione della prostata che non crea alcuna sintomatologia, questo nonostante sia causa di uno stato infiammatorio pesante.

Nei fatti chi soffre di questa tipologia di Prostatite lo scopre la malattia in modo del tutto casuale, mentre esegue esami per altre ragioni.

Non sono ancora chiare le cause della Prostatite asintomatica.

Flogosi Prostatica quali le terapie idonee?

La terapia per trattare la Flogosi Prostatica dipende dalle cause che la hanno scatenata.

In linea di principio, la cura delle Prostatiti di natura batterica prevede l’impiego di antibiotici, di alfa-bloccanti e di antidolorifici.

Di contro, la cura prevista per la Flogosi Prostatica di origine non batterica non è ancora ben definita. Molti specialisti prescrivono una terapia che vede la sinergia di antinfiammatori, antidolorifici, lassativi e alfa-bloccanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *