La medicina tradizionale cinese funziona per curare la prostatite?

La medicina tradizionale cinese funziona per curare la prostatite?

Che cos’è la prostatite

La prostatite è un’infiammazione acuta o cronica a carico della prostata, una ghiandola dell’apparato urogenitale maschile che produce un secreto che darà poi origine – insieme allo sperma – a quello che è comunemente noto come debito seminale.

Questa patologia interessa gli uomini di età maggiore ai 30 anni, con una incidenza pari al 50% negli uomini che hanno raggiunto i 50 anni. Le cause della prostatite possono essere varie: un’infezione delle vie urinarie, frequenti infezioni con migrazione dei batteri all’interno della prostata, stress.

La sintomatologia è tipica, con bruciore al momento della minzione e un’emissione irregolare dell’urina, è comune anche il dolore pelvico, l’impotenza e l’eiaculazione precoce. In alcuni casi potrebbe anche sopraggiungere febbre e brividi a causa dell’infezione acuta batterica e dolori muscolari.

Ci sono anche casi di prostatite asintomatica, nello specifico non troviamo alcun tipo di sintomo per cui il paziente non si accorge nemmeno di essere affetto da questa patologia e l’infiammazione viene rivelata solamente in seguito a un’indagine medica.

Come si cura normalmente la prostatite

La terapia per la prostatite dipende dalla sua tipologia: ad esempio per la prostatite abatterica con dolore al pavimento pelvico viene ovviamente prescritto un ciclo di antinfiammatori, una dieta bilanciata, un bagno caldo quotidiano, frequenti eiaculazioni e infiltrazioni ai nervi della prostata. Quando invece la prostatite è batterica allora vengono prescritti farmaci antibiotici, antinfiammatori, una dieta mirata e una serie di integratori. A volte agli antibiotici può essere aggiunto anche un ciclo di sulfamidici in modo da incrementare l’azione antibatterica e permettere il totale debellamento dei microrganismi all’interno della prostata.

Quali sono i metodi

La medicina tradizionale cinese cura la prostatite in due modi: l’agopuntura e la fitoterapia. Prima di capire in cosa consistono questi due metodi, è interessante comprendere la visione della medicina cinese riguardo a questa patologia. Per i cinesi infatti le patologie possono essere curate con il fuoco o con il freddo, la prostatite genera fuoco e quindi è fondamentale mitigare questo senso di calore, purificarlo e migliorare la circolazione del sangue.

Per arrivare a una soluzione, la medicina cinese va a controllare alacremente tutte quelle che sono le manifestazioni provocate dalla prostatite come la lingua rossa, un colorito giallo alla base della lingua, i parametri vitali del polso. L’obiettivo non è tanto quello di curare questa patologia tanto ripristinare il funzionamento fisiologico e riportare quindi a una situazione di normalità l’intero organismo. Si tratta di approcci diversi che però hanno come scopo finale quello di riuscire a far sparire la patologia.

Agopuntura

L’agopuntura viene scelta come trattamento in caso di prostatiti con dolori molto forti. Questa metodologia si rivela ottimale per tutti i pazienti in quanto è estremamente efficace, specialmente per le sindromi da dolore pelvico cronico.

Il suo scopo è ridurre l’edema che si crea alla prostata, supportare pienamente la circolazione sanguigna, migliorare la muscolatura vescicale e normalizzare le attività a livello vescicale e genitale. La funzionalità è ad ampio raggio, ciò significa che con l’agopuntura è possibile risolvere non solo la prostatite e il dolore pelvico ma anche altri disturbi che spesso si associano e contribuiscono a peggiorare il quadro generale. Parliamo ad esempio di difficoltà a riposare, depressione, mal di schiena, astenia generale. La motivazione per cui molti decidono di affidarsi all’agopuntura è perché non ha effetti collaterali, è sicura e compie davvero ciò che promette.

Nel caso invece dell’ipertrofia prostatica l’agopuntura serve principalmente per rilassare la vescica, migliorare la minzione ed evitare che l’urina ristagni all’interno della vescica, c’è un uno stop della crescita della prostata e infine un miglioramento dell’infiammazione grazie alla proprietà decongestionante.

Riguardo al trattamento, generalmente vengono fatte dalle 3 alle 5 applicazioni a settimana fino alla completa risoluzione del problema. Per evitare recidive è consigliabile sottoporsi a un ciclo due tre volte l’anno. Per quanto possa sembrare una cura che porta dolore a causa degli aghi non c’è nulla di più lontano da ciò, l’agopuntura non provoca alcun dolore, tuttavia le persone suscettibili potrebbero provare fastidio, in ogni caso si può avvertire una leggera pressione quando l’ago penetra nella pelle.

Metodi fitoterapici

Con metodi fitoterapici è possibile utilizzare piante ed erbe in modo terapeutico. Nel 2011 la Cina ha brevettato una formula di diverse erbe utilizzate per curare la prostatite. Parliamo della pillola diuretica e anti-infiammatoria della dott.ssa Li Xiaoping. La dottoressa è una voce autorevole in quanto è specializzata in tutte le patologie a carico dell’apparato urogenitale, in questa particolare pillola vengono utilizzati diversi funghi per curare la prostata. Uno di questi è il Polyporus Umbellatus.

Gli altri metodi della medicina tradizionale cinese

Anche il massaggio è previsto dalla medicina tradizionale cinese, con il proposito di creare delle strade attraverso il quale il calore può avere modo di fuggire così da passare dall’interno all’esterno. Per farlo bisogna sedersi al limite della sedia o fin quando i testicoli sono liberi, le gambe vanno tenute poggiate a terra e parallele, con le mani incrociate al livello del Dantian ovvero al centro dell’addome. Molto importante è che la mano sinistra vada sotto il gomito destro e non il contrario.

A questo punto respirare lentamente contraendo i testicoli durante l’espirazione e lasciare che l’energia (Qi) raggiunga l’area Shan Zhong, ovvero il punto tra i capezzoli. Al momento di espirare lasciare liberi i testicoli e gonfiare il Guan Yuan ovvero l’area sotto ombelicale. Ovviamente trattasi di una pratica molto difficile da attuare da soli per cui bisogna reperire un professionista esperto in medicina tradizionale che sappia quindi operare al meglio con il massaggio e consigliare gli esercizi mirati per la prostatite.

Integratore consigliato: Prostatricum

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui