La prostatite da problemi di fertilità

La prostatite da problemi di fertilità?

La possibilità di avere figli in un uomo può scendere radicalmente se si è affetti da prostatite.
Studi e ricerche hanno dimostrato con approfondite statistiche che chi soffre di prostatite ha difficoltà a procreare e a volte manifesta un’infertilità.
La prostata infiammata incide sul rapporto sessuale e la relativa immissione di sperma.

L’infiammazzione della ghiandola crea disagio, impotenza e infertilità incidendo sulla qualità dello sperma ossia sulla potenza dello stesso a fecondare la donna.
Chi è affetto da prostatite ha una mutazione dello sperma a causa dei farmaci assunto e dell’infiammazione con un netto ridimensionamento degli spermatozoi.

A seguire una guida in cui si illustra la correlazione tra prostatite e infertilità, cause, come prevenirla, cosa fare in caso di manifesta sterilità.

Prostatite: caratteristiche

La prostatite come si evince dal termine interessa la prostata, un organo che in alcuni uomini per effetti fisiologico o patologici può essere soggetto a infiammazioni e ipertrofie che incidono sulla sua corretta funzione causando diverse conseguenze ed effetti collaterali più o meno acuti.

La prostatite si manifesta in media nellì’uomo sotto i 50 anni, ma non è raro trovare dei giovani con problemi di minzioni o infiammazioni dovute ad esempio all’avbuso di determinati cibi o bibite o semplicemente disfunzioni.

Ebbene la prostatite è una patologia che si lega e si collega ad altre patologie che può causare problemi di salute fisica come difficoltà ad urinare o cistite nei casi meno gravi o addirittura comportare tumore o incidere sulla virilità dell’uomo che può manifestare impotenza o addirittura infertilità.

Nella vita dell’uomo medio è assolutamente probabile che prima o poi manifesti problemi alla prostata ragion per cui è opportuno fare molta attenzione se non si viole incorrere in danni più complessi o limitare la propria vita di relazione.

Le prostatite possono essere risolvibili con un alimentazione più pulita o richiedere trattamenti terapeutici più complessi, in alcuni casi anche l’intervento.

Prostatite: cause dell’infertilità

Si è detto che la prostatite può essere determinata da fattori fisiologici o patologici, in ogni caso è tale da incidere sulla qualità dello sperma e di conseguenza sulla fertilità dell’uomo.
Tra le cause di prostatite di maggior rilevo vi è l’abuso di alcool e cibi gassi, la mancata idratazione, l’uso di farmaci sbagliati o altresì patologie legate all’età che possono comportare una disfunzione della ghiandola prostatica.

Infezioni e virus possono incidere sulla regolarità della prostata ragion per cui è consigliata una corretta igiene e l’uso di antibiotici nel caso si verifichino infezioni.
Infine, a meno che non si abbia un partner fisso, è sempre opportuno evitare di avere rapporti occasionali non protetti in quanto la maggior parte delle prostatite è il frutto di infezioni batteriche di natura sessuale.

Si può divenire poco fertili a causa della prostatite non solo perché muta la qualità dello sperma ma per impossibilità al rapporto sessuale a causa dei crampi pelvici ai quali è soggetto chi soffre di prostatite che deriva da infezioni batteriche.

Come la prostata può incidere sulla fertilità

La prostata può incidere sulla fertilità sotto diversi punti di vista.

In primo luogo agendo sulla qualità dello sperma, si sa che per fecondare un ovulo lo sperma deve contenere un giusto numero di spermatozoi basta uno solo che abbia le caratteristiche giuste per facilitare la fecondazione.La prostatite e i trattamenti terapeutici assunti durante la sua cura possono compromettere la sopravvivenza degli spermatozoi in destinazione fino all’ovulo e comportare problemi di fertilità.

Altresì, la prostatite può incidere sulla fertilità incidendo sul membro sessuale ovvero favorendo impotenza, il dolore per la minzione e l’infiammazione può determinare problemi a svolgere normalmente il rapporto sessuale creando addirittura impotenza e di infertilità.
Infine, va ricordato che la prostatite può essere il frutto di infezioni a trasmissione sessuale ragion per cui in questa fase sono sconsigliati i rapporti e questo naturalmente incide sulla stessa fertilità.

A che livello la prostatite può incidere sulla fertilità maschile?

La scienza medica ha dimostrato che la prostatite, soprattutto nelle sue fasi più acute e gravi, può incidere sulla fertilità maschile.

Si tratta dei casi di diagnosi di prostatite cronica per cui la prostata va a condizionare vari aspetti della vita sessuale dell’uomo: la durata e possibilità del rapporto sessuale, la qualità dello sperma con un netto abbassamento degli spermatozoi e una riduzione del liquido.

Si crea una sorta di barriera agli spermatozoi che vengono annientati da un liquido prodotto dalla prostata che ne inficia le caratteristiche prima ancora che gli stessi possono partire per fecondare l’ovulo.

Cosa fare in caso di infertilità da prostatite?

Chi sta cercando un figlio ma a causa della prostatite risulta avere problemi di fertilità deve in primo luogo rivolgersi ad uno specialista per verificare lo stadio e il livello di infertilità.
Dopo un’attenta analisi è opportuno seguire le indicazioni mediche al fine di curare la prostatite, per cui se si tratta di una prostata ingrossata per infezioni è giusto seguire un trattamento terapeutico a base di antibiotici.

Altresì, se il problema è più serio seguire le indicazioni del chirurgo e eseguire piccoli interventi.
Laddove, si riscontri che la prostatite incida sullo sperma potranno essere prescritti trattamenti per migliorare la qualità dello sperma.
Infine, puoi aiutare a risolvere i problemi di prostatite e dunque di infertilità migliorare il proprio stile alimentare e di vita, aiutati anche da integratori come il Prostatricum.

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

L’alimentazione incide sull’infiammazione della prostata ragion per cui è opportuno evitare cibi grassi o fritti, carni rosse, e bevande alcoliche o gasate che possano in un certo senso causare un ingrossamento della prostata.

Atresì, è consigliato seguire uno stile di vita non eccessivamente sedentario e svolgere una sana attività fisica caratterizzata ad esempio da esercizi di allungamento come lo yoga o altro, tutti rimedi che possono apportare benefici naturali alla prostata.

Si consiglia di bere tanta acqua e di evitare di trattenere la pipì in modo da non creare cistiti latenti che possono in qualche modo influenza re la prostata, e per evitare infezioni è meglio avere rapporti sessuali protetti con partner occasionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui