Le patate fanno bene o male alla prostata?

Le patate fanno bene o male alla prostata?

La prostata può subire un incremento di volume anche a seguito dell’introduzione di cibi infiammatori ragion per cui si soffre di prostata o manifesto problemi latenti con la stessa deve assumere pietanze che non incrementino i dolori e fastidi.

Ci si chiede se le patate facciano bene alla prostata o siano un alimento lesivo?

Una domanda lecita visto che la patata è un alimento completo che può essere assunto sotto varie forme e di generale consumo perché piace tanto essendo uno degli ingredienti della cucina italiana.
Le patate che fanno bene alla prostata sono soprattutto quelle dal retrogusto dolce che possono essere consumate senza essere fritte e sostituire un pasto aiutando la prostata a non ingrossarsi o infiammarsi.
L’uso delle patate ha origini antiche e dà sempre rappresenta un alimento povero ma ricco di proteine e vitamine oltre che antiossidanti naturali con effetto antitumorale, ideali per chi ha problemi con la prostata.

A seguire una guida completa sulla correlazione tra prostata e patate e gli effetti benefici delle patate sulla prostata.

Prostata: perché consumare patate al posto di altri cibi

Potrà sembrare assurdo ma le patate possono avere una funzione antinfiammatoria davvero interessante e rappresentare un beneficio per la prostata, naturalmente ci sono patate e patate,nel caso specifico della prostata a rappresentare un ausilio per la prostata sono le patate colorate ovvero quello viola o quelle con un retrogusto dolce ossia americane.
La prostata può essere infiammata per un’alimentazione sbagliata oltre che per la presenza di patologie infettive o tumori, un’alimentazione corretta non può fare altro che aiutare i trattamenti terapeutici e apportare il giusto sollievo.

La patata rossa e viola ha un incidenza davvero positivo in termini qualitativi sullo stato infiammatorio della prostata essendo caratterizzate dalla presenza di “Lignani”, i quali agiscono contro gli estrogeni cause dell’infiammazione.

In base a studi condotti, tra cui in particolare uno svizzero, si è dimostrato che il genere maschile abituato a consumare patate rosse e viola risultava meno soggetto a stati infiammatori e al cancro della prostata.
Queste patate hanno proprietà anti-tumorali e sono antiossidanti oltre ad avere un buon sapore cotte.

Tra rimedi naturali efficaci ma sotto forma di integratori, abbiamo invece il Prostatricum.

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Patate e grassi

Chi pensa che le patate possano incidere negativamente sulla prostata comportando un aumento di peso cade in un errore davvero tremendo perché in teoria le patate non comportano un aumento di peso ma è il condimento e il tipo di cottura ad influenzare il livello delle calorie incamerate.

Per la prostata è opportuno tenere il pesos otto controllo ragion per cui è necessario non mangiare cibi eccessivamente calorici, mangiare le patate senza condimento non fa ingrassare ma ha effetti positivi sulla salute della prostata, in generale le patate contengono una percentuale molto bassa di grassi per il resto sono presenti proteine e vitamine.

Tuttavia, non si possono mangiare solo patate perché nessun alimento da solo può nutrire il corpo e la mente da solo, la dieta comunque deve prevedere altri alimenti che vanno equilibrati e dosati.
Va detto, comunque, che assumere patate permette di perdere peso perché il soggetto si sente più sazio e non ha bisogno di mangiare altro cibo.

Alimentazione a base di patate per la prostata

Nel corso della storia si sono diffusi diversi esperimenti in cui si è testata l’efficacia di un’alimentazione a base di patate, a partire addirittura dal 1927 quando si affrontò uno studio con una serie di soggetti che si prestarono spontaneamente seguire un’alimentazione tutta a base di patate.

Dallo studio emerse che i soggetti avevano stadi di infiammazione davvero bassi e che l’alimentazione fatta esclusivamente di patate non aveva destato in loro alcun effetto collaterale o disgusto.
La dieta a base di patate non solo sfiamma ma permette di perdere peso e ridurre i livelli colesterolo e glicemia nel sangue, si parla naturalmente di patate consumate con condimenti basic e non fritte o eccessivamente condite o salate.

Contrariamente a quanto si immagina le patate hanno un livello minimo di grassi e proprio perché riempiono riducono l’importo di altri alimenti e possono essere mangiate a lungo senza problemi indipendentemente che il soggetto sia un uomo o una donna.

La cosa principale è che il cibo deve essere sano, le patate vanno consumate con la giusta accortezza levando la buccia o mangiando al stessa solo se si conosce la provenienza della patate e se è stata appositamente igienizzata.

Una dieta economica perché le patate hanno un costo di mercato basso e non si rischia di non rispettare al dieta perché si devono assumere alimenti costosi. nonché una dieta veloce da preparare perché le patate non richiedono un’elevata preparazione o conoscenza delle tecniche culinarie.

Patate: niente paura fa bene alla prostata

In base a quanto finora esposto va detto che le patate fanno bene alla prostata, naturalmente se si consumano senza troppo condimento e se si usano determinati tipi come la patata rossa o viola.
Del resto vi sono popolazioni che hanno una dieta ricca di patate in quanto per appantenza geografica sono paesi in cui la patata è il principale elemento di coltivazione si pensi al Sud America dove per anni la patata è stata la principale fonte di sostentamento.

Le patate possono essere consumate per attutire l’infiammazione alla prostata assumendo diverse ricette.

Ad esempio sono molto buone ed ideali per chi è in più degli anni le patate bollite o ad esempio cotte al vapore o al forno accompagnate da erbe e condite al massimo con un leggero tocco d’olio rigorosamente d’oliva.

Una buona alternativa sono anche le patate dolci con il latte usando del latte non eccessivamente grasso come quello a base di avena o soia o vaccino preferibilmente scremato.
Le patate possono essere consumate come un primo, secondo o come dolce in alternativa alle merendine.

1 commento su “Le patate fanno bene o male alla prostata?”

  1. Soffro di ipertrofia prostatica e sono in attesa di operazione. Sarà un caso ma ho notato pet la quarta volta che se mangio le patate la sera, sia lesse e condite con aglio olio e sale oppure, sia come pure la notte mi alzo e faccio fatica ad urinare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui