Levofloxacina

Levofloxacina funziona per la prostatite?

Levofloxacina funziona per la prostatite, a cosa serve, il medico deve prescriverlo, come si assume e quali sono i problemi legati alla prostata? Risponderemo a queste e ad altre domande in questa guida esaustiva, pratica e accessibile dedicata al mondo maschile.

Cos’è il Levofloxacina e a cosa serve?

Il Levofloxacina, o al femminile la Levofloxacina, è un antibiotico appartenente alla classe dei fluorochinoloni, cioè dei chinoloni di terza generazione. Questi sono composti, tra gli altri, da un atomo di fluoro posto in posizione 6, secondo la definizione chimica. Il Levofloxacina antibiotico serve per curare ed eliminare molte infezioni di tipo batterico. Tra queste citiamo ad esempio:

la prostatite;
alcune infezioni urinarie e renali;
• la polmonite;
• la bronchite, anche cronica;
• la sinusite;
• le dermatiti e le infezioni della pelle.

Inoltre con l’antibiotico Levofloxacina si possono anche prevenire l’antrace, la diarrea del viaggiatore e la peste. Ovviamente si tratta di un medicinale che non va assolutamente utilizzato con il fai da te, ma va prescritto sempre e solo dal medico dopo opportuni accertamenti.

Levofloxacina funziona per la prostatite?

Sì, Levofloxacina funziona per la prostatite, ma va ovviamente assunto secondo posologia medica personalizzata e per determinati periodi di tempo. Essendo appunto questo un antibiotico è in grado di combattere la carica batterica, di riportare l’organismo, e in particolare le aree colpite da infezione, a stadio normale, pre-infettivo. Ogni caso di prostatite è differente però, e quindi potrebbero essere necessarie cure e trattamenti coadiuvanti oltre al mero utilizzo di Levofloxacina. E poi esistono diversi antibiotici con questo principio attivo: solo il medico curante, dopo un’artenta diagnosi, potrà prescrivere il farmaco, o i farmaci, più adatti al singolo caso di prostatite, anche e sopratutto se di tipo cronico.

Come si assume e per quanto tempo?

In via generale possiamo dire che il trattamento curativo con antibiotico contenente Levofloxacina può durare dai 10 ai 14-15 giorni nei casi più lievi di prostatite, o infezione batterica alle vie urinarie e/o renali. Il periodo di assunzione però può anche aumentare nel caso di infezioni croniche, in questo caso la terapia farmacologica con Levofloxacina può anche protrarsi per 4-8 settimane continuative. Durante il trattamento saranno comunque necessari esami mirati per determinare l’ampiezza della carica batterica ed eventuale miglioramento dovuto all’assunzione dell’antibiotico. Molti medici, a seconda dei casi di prostatite e infiammazione, possono anche decidere di associare all’assunzione dell’antibiotico orale dei decongestionanti prostatici locali, di sovente contenenti cortisonici.

Serve la ricetta medica per il Levofloxacina?

Sì, l’antibiotico Levofloxacina deve essere prescritto dal medico con regolare ricetta medica. Qualsiasi farmaco contenente Levofloxacina non può essere assunto, né venduto, a chi non ha con sé una ricetta in corso di validità. Ed è sempre bene evitare il fai da te quando si parla di antibiotici e/o di cure disinfiammatorie e anti-batteriche.

Alternative agli antibiotici

Per chi invece cerca prodotti naturali che non siano antibiotici, esistono diversi integratori naturali come il Prostatricum. Attenzione che c’è una bella differenza nell’usare integratori al posto di antibiotici, quindi chiaramente dipende sempre dal problema che si ha ed è sempre opportuno sentire prima il parere medico.

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Cos’è la prostatite?

Facciamo ora un passo indietro e cerchiamo di capire meglio cos’è la prostatite. Per prostatite si intende tecnicamente è una infiammazione della ghiandola prostatica, membrana presente nell’apparato genito-urinario maschile che abbraccia il primo tratta urinario. Questa infiammazione può colpire qualsiasi tipologia di uomo, a qualsiasi età e di fatto interessa in media 3-5 uomini sessualmente attivi su 10. La fascia di età in cui è più comune la prostatite, cioè l’infiammaziomne di questa membrana, è quella under 50 e i fattori scatenanti possono essere molto, molto vari ed eterogenei. Per esempio la prostatite può comparire a causa:

• di sole infezioni batteriche;
• della scarsa igiene personale e intima nel particolare;
• di uno stile di vita non equilibrato e sano;
• di un’alikentazione scorretta, troppo grassa, salata, al consumo di scarse quantità di acqua, frutta, verdura, cereali, fibre, ecc.;
• dell’utilizzo di alcool e al tabagismo;
• della mancanza attività fisica regolare;
• di abitudini sessuali non corrette;
• della presenza di disturbi gastro-intestinali.

Quali sono i sintomi della prostatite?

I sintomi della prostatite possono essere molto vari e possono comparire anche più manifestazioni nello stesso periodo. Per esempio è sovente si manifestino:

• bruciore e fastidio durante la minzione;
• continuo stimolo ad orinare, anche se di fatto spesso non fuoriesce urina;
• stimolo persistente ad orinare durante la notte soprattutto;
• peso e dolore al basso ventre, della schiena e all’area genito-urinaria;
• spossatezza generale;
• calo della libido;
• dolore durante il coito e la masturbazione;
• eiaculazione precoce;
• impotenza;
• presenza di sangue nelle urine;
• febbre e brividi.

N.B. Solo il medico può fare una diagnosi corretta e completa, coscienziosa, mirata e di conseguenza prescrivere i farmaci ideali, come l’antibiotico Levofloxacina. È però anche ovvio che qualsisia sintomo non va trascurato ed anzi è sempre bene rivolgersi al proprio medico curante di base, o all’urologo, per avere informazioni a riguardo. Se la prostatite viene trascurata può diventare cronica e anche far sopraggiungere altre patologie più gravi e fastidiose. Tra queste:

• la cronicizzazione dell’infezione circoscritta alla prostata;
• la trasmissività a tessuti ed organi limitrofi come ad esempio ai testicoli;
• lo sviluppo in orchite;
• il sopraggiungere di ascesso prostatico;
• incapacità ad orinare;
• il passaggio dell’infezione batterica al sangue e successiva batteriemia o sepsi.

In conclusione possiamo dire che sì, l’antibiotico chiamato Levofloxacina funziona per la prostatite e per altre infiammazioni, batteriche soprattutto, interessanti il sistema prostatico e genito-urinario, ma è indispensabile fare una diagnosi, sottoporsi a controlli e seguire sempre e solo il parere autorevole del medico o dell’urologo. Si rivela comunque fondamentale pure la prevenzione, strettamente correlata ad uno stie di vita sano e non devono nemmeno mancare i controlli diagnostici regolari. Si consiglia almeno una visita dall’urologo in ogni fase della vita maschile, cioè nell’età dello sviluppo, nella maturità e in fase matura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui