Migliori bevande che fanno bene alla prostata

Migliori bevande che fanno bene alla prostata

Affinché la prostata si dimostri perfettamente in ordine, è di vitale importanza sapere come preservarne il benessere. Un ingrossamento di questa ghiandola, infatti, può arrecare fastidi in fase di minzione tutt’altro che indifferenti. Stesso discorso per quanto riguarda i sintomi sessuali, decisamente spiacevoli. Prevenire i problemi è fattibile, anche avvalendosi dell’aiuto di alcune bevande.

Quali sono le migliori bevande che fanno bene alla prostata?

Presentiamo, perciò, in maniera approfondita quali sono le migliori bevande per la prostata. Denominatore comune di queste soluzioni risiede nel fatto che, da un lato, permettono di evitare i disturbi tipici della prostatite e l’ipertrofia, mentre dall’altro, si dimostrano essenziali per ridurre le infiammazioni della ghiandola prostatica.

1. Acqua

Bere il giusto quantitativo di acqua, vale a dire due litri al giorno, l’esatto quantitativo di 8 bicchieri, fa sì che l’urina sia meno concentrata. In questo modo, i rischi di andare incontro a irritazioni della vescica potrebbe vengono ridotti al minimo. L’acqua frizzante, tuttavia, è bene evitarla, perché può irritare l’intestino. La scelta migliore è quella di optare per l’acqua di rubinetto che, però, andrebbe preferibilmente purificata, essendo ricca di calcare. Inoltre, spesso sa di cloro. In queste casistiche è bene ricorrere all’installazione di un filtro a osmosi inversa o a uno ionizzatore kangen. L’acqua, pertanto, rientra di diritto tra le migliori bevande che fanno bene alla prostata.

2. Succo di cocomero

Il succo di cocomero si dimostra particolarmente ricco di citrullina. Questa sostanza apporta benefici incredibili alla circolazione sanguigna. Di conseguenza, le erezioni si dimostrano più durature. Il cocomero, pertanto, oltre a essere delizioso e ricco di citrullina, contiene anche arginina, un aminoacido che facilita il processo di divisione delle cellule. Risultato? Le proprietà curative vengono fuori: lo si riscontro nella velocizzazione della cicatrizzazione delle ferite e anche nell’eliminazione dell’ammoniaca. Infine, il cocomero contiene licopene, sostanza utile per il corretto funzionamento della prostata.

3. Frullati verdi

Che siano a base di latte (di vaniglia o di cocco, per avere un gusto delicato), di banane, di mele, di pere o di kiwi, la presenza di verdure a foglia verde è fondamentale per la preparazione di gustosi frullati, considerabili senza ombra di dubbio tra le migliori bevande che fanno bene alla prostata. Per un colore verde intenso, piacevole alla vista, le migliore verdure in assoluto sono gli spinaci e la lattuga. I primi, però, hanno un sapore più neutro, mentre la seconda ha un retrogusto amarognolo. La presenza di antiossidanti si conferma un valido supporto sia per contrastare al meglio l’azione dei radicali liberi sia per favorire al meglio la crescita e il corretto sviluppo delle cellule. In questo modo, la ghiandola prostatica non si ingrossa. Anche il ruolo della vitamina C è imprescindibile quando c’è da ridurre al minimo le probabilità che si verifichi il tanto temuto ingrossamento prostatico.

Infine, occorre tenere conto del fatto che i frullati verdi aiutano a tenere sotto controllo il peso forma e a scacciare la minaccia di obesità e di sovrappeso che comportano alti rischi di ipertrofia prostatica.

4. Infuso di radice di ortica

Chi soffre di disturbi cronici alla prostata con i classici sintomi urinari, farebbe bene a prendere in considerazione come rimedio l’infuso di radice di ortica. Cos’ha di tanto speciale questa bevanda? I benefici sono davvero unici. Lo dimostrano diverse ricerche.

Nel 2018, venne condotta una ricerca che dimostrò come l’infuso di ortica era in grado di diminuire considerevolmente problemi evidenti nel tratto urinario.

Già alcuni anni prima, nel 2015, vennero condotti degli studi sui topi maschi adulti. Il risultato è che grazie all’infuso di radice di ortica, assunto con regolarità per un intervallo di tempo pari a sei mesi, sono stati prevenuti tutti quegli effetti tipici dell’ipertrofia prostatica.

Dove acquistare, però, l’infuso di radice di ortica? Le erboristerie sono il miglior canale di vendita possibile. Non vi sono controindicazioni, a meno che non si soffra di problemi renali, di pressione sanguigna bassa o di diabete.

5. Bevande fermentate

In commercio si trovano una miriade di bevande fermentate, volte ad agevolare il ripopolamento della flora batterica intestinale. Le bevande fermentate hanno il merito di inserire all’interno del proprio regime dietetico tutta una serie di probiotici sani. Il kefir d’acqua e il kombucha si dimostrano due fra le migliori bevande che fanno bene alla prostata.

Il kefir d’acqua è una bevanda fermentata che si contraddistingue in quanto particolarmente ricca di minerali di probiotici, rivelandosi ottimale per una completa azione di pulizia del fegato, organo dove avviene il passaggio di tutti gli ormoni, incluso il testosterone. Quest’ultimo, come è noto, è collegato alla salute sessuale maschile. Per sapore, il kefir d’acqua non si discosta più di tanto dallo yogurt. Il gusto cremoso è lo stesso. Forse appare leggermente più aspro.

Vi è poi il kombucha, bevanda particolarmente apprezzata da tutti i salutisti. La sua preparazione è davvero semplice: tè, zuccheri e un insieme di lieviti, batteri buoni e microrganismi, essenziali per dare il via al processo di fermentazione degli zuccheri. Per migliorarne il sapore, il kombucha può contare su un aroma alle erbe o leggermente fruttata. Chi risulta particolarmente sensibile all’alcol, farebbe bene a preferire, però, il kefir al kombucha come bevanda fermentata. Il motivo è semplicissimo: nel processo di fermentazione del kombucha, viene prodotto un quantitativo di alcol, pari allo 0,5% in termini di volume. In ogni caso, il sapore finale ne risulta appena appena modificato.

Secondo qualche ricerca scientifica, il kombucha apporterebbe benefici importanti alla prostata, principalmente per via della regolazione degli stimolatori dell’angiogenesi e della riduzione considerevole per ciò che concerne l’esistenza delle cellule tumorali. Notevoli, poi, sono le proprietà antimicrobiche, come si evince dalla capacità di tenere sotto controllo tutta una serie di batteri, tipici della prostatite: stafilococco ed Escherichia Coli su tutti. Infine, al kombucha va riconosciuto il merito di migliorare la digestione.

Conclusioni

La salute della prostata è fondamentale per il proprio benessere. Onde evitare infiammazioni e irritazioni, è decisivo puntare su un’alimentazione equilibrata e su un regime dietetico bilanciato: oltre alle migliori bevande che fanno bene alla prostata, segnalate all’interno di questo articolo, è opportuno evitare le bevande alcoliche e quelle zuccherate.

Oltre a queste bevande naturali,  un valido aiuto si può trovare anche con gli integratori naturali come quello che segue:

IL RIMEDIO N.° 1 IN ITALIA PER ELIMINARE I PROBLEMI ALLA PROSTATA

Prostatricum

  • Normalizza la minzione

  • Neutralizza sintomi e dolore

  • Ripristino erezione

  • Elimina la causa della prostatite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui