Orgasmo Prostatico

Orgasmo Prostatico: cos’è e come raggiungerlo

Che cos’é l’orgasmo nell’uomo?

Per orgasmo si intende indicare quella fase di intensa eccitazione sensoriale che viene raggiunta dai componenti della coppia dopo un periodo più o meno lungo di preliminari.

Questo momento precede di solito l’emissione di liquido seminale che costituisce la conclusione del coito; non sempre si verifica una sequenza temporale dato che spesso orgasmo ed eiaculazione possono essere contemporanei.

Per arrivare a tale situazione è necessario che il pene si inturgidisca mediante un aumento dell’afflusso sanguigno a livello dei corpi cavernosi; una volta che si è verificato questo fenomeno, il sangue rimane imprigionato al loro interno, innescando l’aumento di volume del membro.

Poiché il funzionamento dell’organo maschile è controllato da una fitta rete di terminazioni nervose, la componente psico-emotiva gioca un ruolo di primaria importanza nella genesi dell’orgasmo.

Esiste inoltre una stretta correlazione tra i livelli di ormoni circolanti e l’insorgenza dell’orgasmo; in particolare risultano coinvolti il progesterone, la noradrenalina, l’adrenalina, la serotonina ed un composto chimico (ossido nitrico) in grado di migliorare i processi di vasodilatazione.

Nei casi in cui l’assetto ormonale non è fisiologico diventa molto più difficoltoso raggiungere l’orgasmo, che molto spesso non si instaura proprio.
Secondo le più recenti linee guida, l’impatto ormonale sull’orgasmo è strettamente correlato a una variazione nella sintesi di testosterone e di dopamina, considerata come l’ormone dell’amore e del benessere.

Come si verifica l’orgasmo nell’uomo?

orgasmo nell'uomoL’orgasmo viene definito come una condizione psicologica ed emotiva che porta l’uomo a provare il grado massimo di piacere sia erotico che sessuale.

Per verificarsi è necessario che si sia completato il ciclo di risposta erotica comprendente: eccitamento, raggiungimento dell’acme, orgasmo.
Dopo questa triplice fase si verifica un allentamento della tensione erotica che coincide con un rilassamento generalizzato di tutto il corpo.

Per raggiungere l’orgasmo è indispensabile che sussista un notevole desiderio reciproco tra i due partner, secondo il quale l’uomo prova una decisa attrazione nei confronti del corpo della donna con cui si accinge ad avere un rapporto sessuale.

Nell’uomo le manifestazioni orgasmiche sono particolarmente evidenti in seguito all’inturgidimento del pene che segue la fase eccitatoria iniziale.
L’eiaculazione conclusiva coincide con l’emissione di una notevole quantità di liquido seminale ricco di spermatozoi.

In che cosa consiste l’orgasmo prostatico?

orgasmo prostaticoGrazie alle sue specifiche caratteristiche, l’orgasmo prostatico risulta decisamente più soddisfacente e intenso di quello classico e molte volte arriva a provocare un’eccitazione inaspettata.

Si tratta di un’esperienza totalizzante che porta l’uomo a scoprire una parte del suo corpo che di solito non viene utilizzata per questo scopo.
Riuscendo a stimolare correttamente la prostata, ogni individuo è in grado di arrivare all’orgasmo con pieno appagamento.

Normalmente i maschi guardano con sospetto questo metodo eccitatorio dato che spesso viene associato a pratiche omosessuali, in quanto l’erotismo anale sembra essere patrimonio soltanto dei gay.

La prostata è una ghiandola endocrina localizzata intorno al corpo del pene e adagiata da una parte sull’intestino retto e dall’altra sulla parete vescicale.

Il suo ruolo è collegato essenzialmente alla secrezione di liquido prostatico che svolge il compito di migliorare le condizioni di sopravvivenza degli spermatozoi.
Pertanto le funzioni di questa ghiandola risultano legate alla sfera sessuale maschile.

Grazie alla sua struttura istologica, la prostata è in grado di produrre sostanze eccitatorie che vengono emesse dal condotto uretrale.

PROBLEMI DI EREZIONE? LEGGI QUI

Come si ottiene un orgasmo prostatico?

Per realizzare un orgasmo prostatico è necessario arrivare a manipolare la ghiandola attraverso la parete dell’intestino retto a cui essa è adagiata.
Inserendo delicatamente un dito nell’orifizio anale si raggiunge la prostata che si presenta come una struttura globosa, della grandezza di una noce.

Bisogna utilizzare un lubrificante allo scopo di facilitare l’immossione del dito attraverso l’ano, per eliminare le forze d’attrito.
In commercio sono disponibili prodotti formulati in gel oppure con base oleosa, che riescono a rendere la penetrazione particolarmente agevole.

Dopo aver raggiunto la prostata è consigliabile procedere molto delicatamente, per evitare sensazioni dolorose innescate da palpazioni troppo violente; bisogna infatti ricordare che lo stroma ghiandolare contiene numerose terminazioni sensoriali in grado di provocare riflessi eccitatori.

PROBLEMI DI PROSTATITE? PROVA PROSTATRICUM (clicca qui)

Sono consigliati leggeri movimenti avanti e indietro mediante palpazioni circolari, in maniera tale da interessare la struttura prostatica in tutta la sua interezza.

Il presupposto indispensabile affinché il massaggio sia eccitante è quello di palpare la struttura ghiandolare con carezze appena accennate, per evitare qualsiasi compressione del tessuto.

Durante questa operazione si verifica solitamente l’emissione di liquido prostatico, che, unendosi a quello seminale, contribuisce a produrre l’eiaculato finale.

Una modalità alternativa sempre finalizzata al raggiungimento dell’orgasmo prostatico è rappresentata dalla stimolazione ghiandolare effettuata sulla parete esterna a livello del perineo.

La zona tra l’ano e i testicoli è famosa per contenere un elevatissimo numero di recettori sensitivi, le cui fibre nervose raggiungono il centro del piacere encefalico.

Questo centro si trova nella zona ipotalamica, dove confluiscono la maggior parte degli stimoli esterni deputati alla creazione delle sensazioni sia piacevoli che dolorose.

È risaputo che il perineo è un’area anatomica dove è sufficiente una leggera pressione tattile per stimolare il sistema nervoso vegetativo che, a sua volta, innesca le sensazioni di godimento.

Analogamente al punto “G” presente a livello dell’apparato genitale femminile, nella prostata si trova il punto “L”, situato appunto nel perineo.
La stimolazione del punto “L” , secondo le numerose testimonianze al riguardo, sarebbe in grado di potenziare il piacere sessuale in maniera esplosiva.

L’orgasmo prostatico così ottenuto si può realizzare sia manualmente che oralmente mediante stimolazione del pene per mezzo della lingua; per ottenere il massimo godimento è anche possibile effettuare le due stimolazioni in momenti successivi.

LEGGI ANCHE: Massaggio Prostatico funziona per curare la prostatite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratore Alimentare per ProstatiteSCOPRI DI PIU' (Sconti fino al 70%)