prostamol

Prostamol prostatite Funziona? Prezzo, Opinioni, Controindicazioni

Tra le diverse patologie che colpiscono la prostata, una di quelle che produce maggiori fastidi agli uomini, oltre ad essere anche la più frequente, c’è lipertrofia prostatica benigna. Conosciuta anche con il nome di adenoma della prostata, è particolarmente diffusa negli uomini che si trovano tra i 50 e i 60 anni di età. Il motivo per il quale questa patologia è presente soprattutto in questa fascia d’età è dovuto al fatto che con il passare degli anni la parte centrale della prostata tende ad aumentare di volume, fino a 2 3 volte in più le sue reali dimensioni.

Ciò è dovuto al fatto che con l’età aumentano gli estrogeni prodotti dal corpo e la prostata, poiché fornita di un gran numero di recettori di estrogeni, ha una maggiore probabilità di ingrossarsi. La terapia maggiormente diffusa nel corso degli anni per il trattamento di questa patologia è stata l’intervento chirurgico; negli ultimi tempi però si può fare affidamento su un nuovo prodotto che permette di ottenere degli ottimi risultati: Prostamol.

Scopriamo insieme di cosa si tratta, qual è la sua composizione, come deve essere assunto, le sue eventuali controindicazioni, dove può essere acquistato e quali sono le opinioni di chi ha avuto già modo di utilizzarlo.

Cos’è Prostamol

A differenza di ciò che si possa pensare, Prostamol non è assolutamente un farmaco ma è invece un integratore alimentare la cui composizione è basata sulla Serenoa Repens.

Quest’ultima conosciuta anche con la denominazione di palmetto seghettato o saw palmetto, è una piccola palma originaria della parte orientale degli Stati Uniti e le cui proprietà risultano particolarmente benefiche per il trattamento della maggior parte delle patologie che riguardano la prostata, compresa l’ipertrofia prostatica benigna.

Abbiamo visto come negli uomini di mezza età, ma possiamo dire anche in quelli che abbiano superato i 40 anni si verifica un processo di accrescimento della prostata che comporta una serie di disagi per l’uomo, primo fra tutti quello di avvertire sempre un impellente necessità di urinare. Qualche semplice dato ci permette di avere un’evidenza dell’ipertrofia prostatica: nella popolazione maschile tra i 40 e i 50 anni sono colpiti circa il 10% ma questa percentuale è destinata a salire fino all’80% nei maschi che hanno superato i 70 anni. In ogni caso, la sintomatologia più evidente si manifesta soltanto nel 50% delle persone colpite dalla patologia.

Prostatricum è il nuovo prodotto molto efficace che Prostatite.org consiglia al posto di Prostamol. Se non l’hai mai provato, ti consigliamo di provarlo e farci sapere come ti sei trovato. Inoltre oggi è disponibile uno SCONTO DEL 70% PER I NOSTRI LETTORI (trovi il bottone con lo sconto più sotto)

 

prostamol

Come agisce l’ipertrofia prostatica benigna?

Appare chiaro, per quanto esposto fino a questo momento, che l’ipertrofia prostatica benigna, altro non è che un aumento delle dimensioni della ghiandola prostatica, la quale, in virtù delle sue maggiori dimensioni, tende a comprimere l’uretra e le relative vie di espulsione dell’urina, rendendo più difficoltosa la fuoriuscita della stessa.

In realtà, per la maggior parte degli esperti, il termine ipertrofia non sarebbe propriamente corretto per identificare la nascita di questo disturbo, ma sarebbe più corretto parlare di iperplasia prostatica. La differenza tra i due termini è davvero molto sottile. L’ipertrofia prostatica identifica l’aumento del volume delle singole cellule che compongono la prostata, mentre l’iperplasia invece riguarda l’aumento del numero delle cellule prostatiche.

Per comprendere meglio i disturbi che l’aumento delle dimensioni comporta, bisogna specificare che questi non sono direttamente correlati al solo aumento di volume della prostata, ma sarebbero anche il risultato di due fattori, uno statico e uno dinamico.

Il primo è direttamente collegato all’aumento di volume della prostata, mentre il secondo riguarda il tono della muscolatura di tre altre componenti ossia il collo vescicale, la prostata e la capsula prostatica. L’insieme di questi fattori comporta che si verifichino due tipi di problemi, uno di natura ostruttiva e l’altro di natura irritativa.
Nello specifico, i sintomi ostruttivi, che analizzeremo di seguito, sono dati da tutte le difficoltà nella minzione. Quelli invece irritativi possono essere classificati in questo modo:

  • bruciore durante la minzione
  • pollachiuria, ossia aumento del bisogno di urinare
  • nicturia, bisogno continuo di urinare durante le ore notturne

Quali sono i sintomi più evidenti dell’ipertrofia prostatica benigna?

Non è difficile immaginare che la prostata inizi ad avere qualche difficoltà, in quanto ci sono alcuni segni e sintomi inconfondibili. Tra questi possiamo ricordare:

    • una maggiore difficoltà a effettuare la minzione che si associa anche un getto urinario che non è più forte come prima
    • un incremento della frequenza della minzione che avviene sia durante il giorno ma in particolar modo nelle ore notturne (in quest’ultimo caso si parla di nicturia)
    • la necessità di urinare urgentemente che molto spesso si associa anche ad una minzione intermittente
    • un flusso urinario molto lento
    • sensazione che la vescica non risulti completamente svuotata anche dopo aver urinato
    • eventuale presenza di tracce di sangue nelle urine
    • calo del desiderio sessuale

Tutti questi sintomi che abbiamo appena elencato possono andare incontro ad una netta diminuzione dopo l’assunzione regolare di Prostamol per almeno un mese.

Come funziona Prostamol

All’interno della confezione di Prostamol troveremo il classico foglietto illustrativo che ci fornisce una serie di indicazioni sul funzionamento di questo integratore. Il principio attivo di queste capsule molli è dato dagli estratti di Serenoa Repens che, come abbiamo detto in precedenza, è una pianta simile ad una palma particolarmente diffusa lungo il litorale atlantico degli Stati Uniti. La pianta ha una presenza molto alta di fitosteroli e per questo motivo è molto utilizzata per contrastare diversi problemi urinari, primo fra tutti quello della frequenza della minzione notturna, e di molti altri sintomi dovuti all’ipertrofia prostatica benigna oltre che della semplice infiammazione della prostata.
Volendo tradurre tutto in parole semplici, gli estratti di Serenoa Repens avrebbero un potente effetto antinfiammatorio sulla prostata, contribuendo alla riduzione del suo volume e quindi di tutti i sintomi che l’ingrossamento prostatico comportano. La riduzione dell’infiammazione si associa inoltre anche ad un miglioramento del tono muscolare complessivo della zona pelvica e della prostata, riuscendo quindi a rinforzare anche il tono vascolare della stessa.

Ingredienti e composizione di Prostamol

Come abbiamo accennato in precedenza, l’integratore alimentare Prostamol si presenta sotto forma di capsule molli, del tutto simili a una gelatina. Nello specifico, l’interno delle capsule presenta un cuore liquido e tra gli ingredienti che determinano la composizione di Prostamol, oltre agli estratti di Serenoa Repens è presente anche una base di alcol e una discreta percentuale di glicerolo.

Prostamol per erezione va bene

Come ogni prodotto o integratore alimentare che viene proposto alla clientela, ci si chiede se nel momento in cui si inizia ad assumerlo possano esserci degli effetti collaterali. Poiché questo integratore agisce prettamente sulla prostata, il dubbio maggiore è se possa avere delle ripercussioni nell’ambito dell’attività sessuale; si tratta di una situazione che per gli uomini potrebbe infatti creare degli indubbi risvolti a carattere psicologico. La principale domanda che si effettua un uomo che decide di iniziare l’assunzione di Prostamol è se queste capsule possano avere degli effetti per quanto riguarda l’erezione. Sotto questo punto di vista possiamo rassicurare tutti quelli che hanno problemi di ipertrofia prostatica di benigna e che vogliono iniziare ad assumere Prostamol. L’integratore infatti non ha nessun effetto sull’erezione che continuerà ad avvenire e ad essere duratura in base ovviamente alle diverse situazioni soggettive di ogni persona.

Controindicazioni sull’utilizzo

Ovviamente, i dubbi sull’uso di questo integratore non riguardano soltanto la durata o meno dell’erezione ma anche la presenza di altri effetti collaterali o di controindicazioni sull’utilizzo.
Anche su questo punto possiamo tranquillizzare gli utilizzatori, dicendo che gli effetti collaterali di Prostamol sono nettamente inferiori a quelli prodotti da qualsiasi altro farmaco. La presenza di eventuali effetti collaterali che s dovessero presentare sono da ricondurre esclusivamente alla presenza degli estratti di Serenoa Repens; in ogni caso si tratta di situazioni che non sono molto frequenti e che comunque si presentano in soggetti che hanno già una sorta di predisposizione. Tra questi quelli che maggiormente si possono manifestare abbiamo:

    • prurito diffuso sulla maggior parte del corpo
    • riduzione complessiva del desiderio sessuale
    • mal di testa, vomito e diarrea
    • un aumento complessivo della pressione arteriosa

Nel momento in cui dovessero presentarsi con una certa frequenza questi sintomi, è opportuno rivolgersi al proprio medico di famiglia e contemporaneamente sospendere a scopo precauzionale l’assunzione di Prostamol.

Dosaggio e come si usa Prostamol

Per quanto riguarda l’assunzione di Prostamol, anche in questo caso ci viene in soccorso il foglietto illustrativo. Ogni capsula molle contiene circa 320 mg di estratto oleoso di Serenoa e la posologia che viene consigliata prevede l’assunzione di 1 capsula di Prostamol, da effettuarsi dopo i pasti. Molto importante è non superare la dose giornaliera consigliata mentre al momento, essendo un integratore alimentare e non un farmaco, non è prevista alcuna difficoltà di interazione con eventuali altri farmaci che si assumono per altre patologie. Ad esempio, coloro che soffrono di livelli di ferro basso e che seguono pertanto terapie per aumentarli, possono tranquillamente assumere Prostamol senza alcuna difficoltà. Ovviamente l’assunzione dell’integratore è del tutto sconsigliata alle donne in quanto prive della prostata e pertanto non necessitano di nessun aiuto del genere. L’unico accorgimento che deve essere preso riguarda i pazienti che abbiano una pregressa anomalia cardiaca o che abbiano subito un infarto del miocardio in quanto gli estratti di Serenoa contengono un livello molto alto di beta-sitosterolo che possono potenzialmente comportare un aumento del fattore di rischio di infarto.

Dove è possibile acquistare Prostamol e qual è il prezzo di vendita

In commercio sono presenti diversi prodotti che permettono di poter curare la sintomatologia dell’ipertrofia prostatica benigna con discreti effetti sull’organismo. Il nostro consiglio è quello di affidarsi in ogni caso a Prostamol in quanto si tratta di un prodotto certificato per il benessere della prostata e che riesce, dopo almeno un mese di assunzione delle capsule, a garantire un complessivo miglioramento dei sintomi dell’ingrossamento della prostata. Ricordiamo ancora una volta che Prostamol è un integratore e non è un farmaco e pertanto può tranquillamente essere acquistato in farmacia o ma anche direttamente sul web. Sono diversi infatti i portali che propongono in vendita la confezione di 60 capsule molle di Prostamol con prezzi che si aggirano intorno ai 30 euro ma in alcuni casi si possono trovare anche delle ottime offerte che permettono di ottenere degli ottimi sconti sul prezzo di acquisto. In alternativa è possibile acquistare anche la confezione che contiene 30 capsule gelatinose con un prezzo di acquisto che risulta vicino ai 16 euro.

Ma Prostamol funziona ed è davvero efficace?

Come abbiamo accennato in precedenza, uno dei principali dubbi che può nascere in un potenziale acquirente di un nuovo integratore alimentare riguarda la sua reale efficacia. Anche nel caso di Prostamol, coloro che soffrono dei disturbi relativi all’ipertrofia prostatica benigna vogliono comprendere se un’assunzione prolungata nel tempo possa aiutare ad eliminare, o quanto meno a ridurre, i sintomi tipici di questa patologia.
Possiamo affermare che Prostamol è un integratore alimentare molto efficace per ridurre i sintomi dell’ingrossamento della prostata dovuto alla dimostrata efficacia degli estratti di Serenoa Repens sul funzionamento e sul trattamento della prostata, così come ormai dimostrato da diversi studi scientifici. In ogni caso, l’azione di contrasto a tutti questi sintomi è dimostrabile solo a condizioni che vengano rispettate sia la posologia che la durata del trattamento che sono riportate nel foglietto illustrativo. Ad ulteriore conforto della reale efficacia di Prostamol, possiamo aggiungere anche il fatto che sono presenti degli estratti vegetali che aiutano l’azione di contrasto ai sintomi dell’infiammazione prostatica. Ovviamente è inutile sottolineare come nel momento in cui sia diagnostica questa patologia, prima di iniziare una terapia con Prostamol, è sempre meglio consultare il proprio medico di base per capire se sia necessario iniziare invece una terapia di tipo farmacologico.

Opinioni sull’utilizzo di Prostamol

Il modo migliore per eliminare qualsiasi tipo di dubbio sulla reale efficacia dell’integratore e per comprendere se possa essere utilizzato senza problemi è quello di rifarsi alle opinioni e alle esperienze delle persone che hanno avuto già modo di utilizzare il prodotto che potranno quindi fornire un giudizio sull’integratore.

Cerchiamo quindi di capire qualcosa in più su questo integratore alimentare, riportando le recensioni di alcuni utilizzatori.

Partiamo innanzitutto raccontando l’esperienza di Giuliano, un impiegato di 40 anni, che a causa della sua vita sedentaria in ufficio, soffre spesso di infiammazione alla prostata con notevoli disagi per quanto riguarda la minzione.

Dopo aver provato alcuni farmaci per la prostata senza avere miglioramenti ha deciso di affidarsi a questo ingrediente alimentare completamente naturale; per iniziare ad avere i primi effetti positivi ha dovuto attendere circa due mesi ma poi ha iniziato a riscontrare un sensibile miglioramento della minzione e pertanto lo consiglia vivamente a condizione però di essere costanti nell’assunzione.
Anche Giovanni, libero professionista cinquantenne, mette in evidenza gli aspetti positivi di Prostamol che però sono riscontrabili soltanto dopo un lungo periodo di assunzione.

Nello specifico Giovanni soffriva di ipertrofia prostatica benigna con i soliti sintomi che comporta questa patologia. Effettuando una ricerca sul web si è imbattuto casualmente in questo integratore e lo ha acquistato più per curiosità che per reale convinzione; a due mesi dall’inizio dell’assunzione ha riscontrato dei miglioramenti nei suoi sintomi e pertanto sta continuando a prendere le capsule sperando di stare sempre meglio.

Segnaliamo infine anche la recensione rilasciato da Ottavio, un pensionato prossimo ai 70 anni, che da diversi anni soffre di iperplasia prostatica benigna con tutte le ovvie conseguenze che comporta.

Anche Ottavio dopo aver sperimentato diversi farmaci che gli erano stati prescritti per alleviare la sintomatologia, specie nelle ore notturne, ha ascoltato i consigli di un nipote che aveva letto le recensioni positive su Prostamol su un forum. Ormai lo sta utilizzando in maniera costante da circa tre mesi e afferma con convinzione che sta traendo un notevole giovamento, specie nella minzione che appare meno frequente.

Ma sono presenti anche opinioni negative

Ma affinché i giudizi su un prodotto possano essere considerati attendibili, le recensioni presenti su un determinato forum oltre ad essere attendibili e veritiere, devono anche presentare una determinata percentuale di giudizi negativi. Altrimenti può sorgere il dubbio che le recensioni siano state scritte di proposito per esaltare gli aspetti positivi del prodotto.

Fortunatamente nel caso di Prostamol sui forum dedicati troviamo anche una buona percentuale di recensioni rilasciate da persone che hanno utilizzato questo integratore e non hanno riscontrato effetti positivi.
Ad esempio, Armando un imprenditore cinquantenne, ha utilizzato per circa due mesi Prostamol senza riscontrare però nessun effetto positivo sulla sua sintomatologia.

Pertanto non ritiene che questo integratore possa apportare effettivamente dei benefici per chi soffre di iperplasia prostatica benigna, anche se comunque rispetto ad altri prodotti della stessa categoria, come ad esempio il Prostatricum, apporta qualche beneficio in misura maggiore ed è comunque più conveniente dal punto di vista economico.

Prostatricum è il nuovo prodotto molto efficace che Prostatite.org consiglia al posto di Prostamol. Se non l’hai mai provato, ti consigliamo di provarlo e farci sapere come ti sei trovato. Inoltre oggi è disponibile uno SCONTO DEL 70% PER I NOSTRI LETTORI (trovi il bottone con lo sconto più sotto)

 

prostamol

Sulla stessa lunghezza d’onds anche il parere di Silvio, insegnante di 60 anni, che dopo aver assunto questo integratore per un paio di mesi non ha riscontrato alcun tipo di miglioramento sulla sintomatologia dell’ipertrofia prostatica benigna e in ogni caso trova il prodotto troppo costoso.

Cosa dicono nei forum e quali sono i commenti

Come abbiamo appena visto, sul web sono presenti diverse opinioni e recensioni rilasciate da acquirenti che hanno avuto già modo di testare Prostamol e di verificarne gli effetti sulla patologia. Non è per nulla difficile trovare i forum specifici sull’argomento in quanto basta semplicemente utilizzare i comuni motori di ricerca sul web in modo da ottenere diversi portale che presentano blog e forum sui problemi della prostata.

Le opinioni che si possono verificare sugli stessi sono complessivamente positive e mettono in risalto i miglioramenti e i risultati positivi su tutti i problemi che si riscontrano tra coloro che soffrono di prostata. Negli ultimi tempi, Prostamol è presente anche in diversi forum relativi a problemi di calvizie. Infatti recenti studi hanno messo in evidenza come gli estratti di Serenoa Perens, oltre a fornire un giovamento per le problematiche di natura prostatica, riesce anche a combattere la cosiddetta alopecia androgenetica, in quanto sarebbero in grado di ridurre i livelli di diidrotestosterone (DHT), l’ormone che cause entrambe le patologie, cioè quelle della prostata e la calvizie negli uomini.

Perché è conveniente usare Prostamol?

L’esame complessivo delle varie caratteristiche di questo integratore in forma di capsule molli permette di affermare con sufficiente certezza che l’uso continuo permette ottenere dei miglioramenti nei confronti di tutta la sintomatologia dell’ipertrofia prostatica benigna. Infatti riesce sia a limitare che prevenire l’ingrossamento di questa ghiandola e sia di ripristinarne il regolare funzionamento. Tutto ciò è dovuto grazie alla presenza degli acidi grassi e dei fitosteroli presenti nell’estratto di Serenoa Repens i quali assicurano le seguenti proprietà:

  • evitare la formazione di testosterone, ormone che è il principale attore nella riproduzione delle cellule della prostata; nello specifico, le sostanze sopra indicate bloccano un enzima cheè il principale responsabile della trasformazione del diidrotestosterone in testosterone
  • eseguire un’azione di contrasto alla proliferazione di cellule del parenchima prostatico
  • esercitare una serie di attività che inibiscono i processi infiammatori della prostata
  • assicurare diversi effetti antiestrogenici e antiandrogenici

Tutto ciò permette di affermare che la pianta di Serenoa Repens ha una dimostrata efficacia nella cura e nella prevenzione delle patologie della prostata, grazie alla presenza di una serie di composti biologicamente attivi per curare tutti i disturbi della prostata.
Pertanto tutti gli uomini che si trovano nella fascia di età che varia da 40 a 50 anni possono utilizzare questo integratore sia per curare che per prevenire le patologie della prostata.

Differenze tra Prostamol e farmaci a base di Serenoa

Molte persone si chiedono quali siano le differenze tra l’integratore alimentare Prostamol e la maggior parte dei farmaci in commercio utilizzati come terapia per le patologie prostatiche e che presentano un principio attivo che si basa sull’estratto di Serenoa Repens.

La principale differenza è che il primo è considerato a tutti gli effetti un integratore, e che pertanto può essere liberamente venduto come prodotto da banco in farmacia senza necessità di prescrizione medica, mentre gli altri sono dei veri e propri farmaci da assumere previo parere del medico; anzi in molti casi, per poterlo acquistare è necessaria una prescrizione medica.

Le differenze sono presenti anche per quanto riguarda le modalità di assunzione. La dose giornaliera consigliata delle capsule molli di Prostamol è di 1 compressa al giorno, mentre i farmaci a base di Serenoa prevedono che debbano essere assunte due capsule al giorno in concomitanza dei pasti principali, ovviamente in base alla gravità della patologia.

Un integratore alimentare può essere, inoltre, messo in commercio con una maggiore semplicità rispetto ad un farmaco che deve invece seguire un iter più complesso in quanto sono necessari studi specifici per quanto riguarda la tollerabilità e la verifica degli effetti collaterali oltre che per la sua reale efficacia. Tutto questo si traduce ovviamente in costi maggiori che devono essere sostenuti dalle case farmaceutiche e che comportano quindi che i farmaci a base di estratti di Serenoa presentino un costo sicuramente maggiore rispetto a Prostamol.

 

prostamol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratore Alimentare per ProstatiteSCOPRI DI PIU' (Sconti fino al 70%)