Prostatite asintomatica infiammatoria

Prostatite asintomatica infiammatoria: Cause, Sintomi, Cure

Prostatite asintomatica infiammatoria: cos’è?

Con il termine prostatite si indica una condizione patologica in cui è presente una flogosi, ovvero un’infiammazione della ghiandola prostatica e delle aree circostanti. Si tratta di una delle patologie che riguardano il tratto urinario più comuni tra gli uomini di età compresa tra i 18 e i 50 anni.

Secondo una stima, sarebbe circa il 50% degli uomini ad avere un episodio di prostatite nel corso della propria vita. Tale patologia, nella maggior parte dei casi, si manifesta con dei sintomi fastidiosi, dolorosi e che influiscono anche in maniera negativa sulla qualità della vita.

I pazienti affetti da prostatite acuta o cronica presentano una sintomatologia algica, talmente intensa da compromettere l’attività lavorativa e la propria relazione. Tuttavia, la prostatite asintomatica infiammatoria, è l’unica a non manifestarsi senza alcun segno sintomatico.

Capita molto spesso, infatti, che il paziente che ne è affetto non se ne accorga. Tale condizione può essere diagnosticata attraverso esami medici clinici eseguiti per altre patologia del tratto urinario o riproduttivo.

La prostatite, infatti, può comportare anche una diminuzione della libido, disfunzione erettile, depressione e infertilità. Si possono distinguere quattro tipi diversi di prostatite:

– prostatite batterica acuta;
– prostatite batterica cronica;
– prostatite non batterica o sindrome dolorosa pelvica;
– prostatite asintomatica infiammatoria.

I diversi tipi di prostatite possono essere contraddistinti in base alla causa che provoca l’infiammazione o in base al tempo in cui si manifesta.

Quanto è diffusa la prostatite?

Si tratta di una patologia molto diffusa, in quanto circa il 10% degli uomini ha sofferto di prostatite almeno una volta nella propria vita. Ad esserne colpiti maggiormente sono gli uomini al di sotto dei 35 anni. Tale patologia viene scoperta anche grazie ai sintomi che portano, nella maggior parte dei casi, ad effettuare una visita da uno specialista.

Infatti, la diagnosi di prostatite viene diagnosticata più di frequente proprio dagli specialisti. Tuttavia, i pazienti affetti da prostatite asintomatica infiammatoria, proprio per l’assenza di sintomi, spesso non si accorgono di averla.

Prostatite asintomatica infiammatoria: cause

Le cause di questa patologia sono ancora tutt’oggi sconosciute. Le forme più gravi e fastidiose della prostatite, ovvero quella batterica acuta e quella batterica cronica sono causate da un’infezione batterica. Per quanto riguarda, invece, la sindrome del dolore pelvico cronico e per la prostatite asintomatica infiammatoria, le cause non sono tutt’ora ancora chiare, ma si ipotizza che possono essere dovuti ad una complicata combinazione di fattori immunitari e neuorologici.

Vi sono, poi, anche alcuni fattori di rischio che possono influire sulla comparsa di questa patologia, ecco quali sono:

– l’età, la prostatite è una patologia che si manifesta di rado nei soggetti giovani, ma è molto più comune dopo una certa età;

– infezioni delle vie urinarie, molto spesso sono proprio queste ultime che portano i pazienti ad effettuare controlli più approfonditi e a scoprire così di avere la prostatite;

– progressi episodi di prostatite, talvolta può ripresentarsi anche dopo esserne completamente guariti;

– carattere ereditario, se vi sono dei casi in famiglia è molto probabile che si manifesti;

– manovre invasive, come possono essere la biopsia prostatica o il posizionamento dei cateteri urinari;

– microtraumi ripetuti che possono essere causati da alcuni tipi di esercizi come andare in bici o fare equitazione.

Prostatite asintomatica infiammatoria: sintomi

In linea generale, la prostatite presenta una sintomatologia diversa in base alla tipologia, ma vi sono alcuni sintomi che sono comuni, come:

– dolore sovra-pubico;
– dolore perineale, dai testicoli all’ano;
– dolore al glande;
– aumento della frequenza di minzione;
– bruciore durante la fase di minzione;
– sangue nello sperma;
– senso di non completo svuotamento.

La prostatite asintomatica infiammatoria non comporta quasi mai nessuno di questi sintomi, tuttavia possono presentarsi altri sintomi legati alla sfera sessuale. I più frequenti sono quelli legati al desiderio sessuale e all’eiaculazione precoce.

Vi sono anche dei sintomi che influenzano la sfera riproduttiva e che sono causati dall’infezione batterica. Se è presente un’infezione, ad esempio, si possono riscontrate alterazioni che riguardano la sfera riproduttiva come una diminuzione del liquido seminale, movimenti degli spermatozoi lenti e malformazioni.

Questi ultimi possono essere causati anche dal restringimento dei dotti eiaculatori.

Questi sintomi possono provocare disagio e per questo, soprattutto se non si presentano in concomitanza con altri sintomi, si fa fatica a parlarne con un medico. Inoltre, possono variare nel tempo in termini di intensità, frequenza e numerosità.

È fondamentale fare attenzione ai sintomi, poiché, sono molto simili a quelli della cistite. Per questo, è molto importante effettuare un controllo medico per avere la giusta diagnosi.

Prostatite asintomatica infiammatoria: diagnosi

Attraverso la tipologia dei sintomi si può arrivare in maniera orientativa alla diagnosi, ma bisogna comunque effettuare degli esami. In particolare, la diagnosi si può ottenere con la coltura dello sperma, in parte con l’esame delle urine è possibile comprendere qual è il tipo di infezione che causa la prostatite.

Tuttavia, nel caso della prostatite asintomatica infiammatoria non è presente alcuna infezione, quindi, può essere diagnosticata solo attraverso dei controlli dell’apparato urinario e così scoperta. È fondamentale consultare un medico per avere una diagnosi corretta e impostare il tipo di trattamento.

Prostatite asintomatica infiammatoria: cura e prevenzione

Questa tipologia di trattamento non necessita di alcuna cura perché non è causata da un’infiammazione, al contrario di quanto possa far pensare il nome. Tuttavia, vi sono degli accorgimenti che possono essere adottati per prevenirla, ecco quali:

– bere molta acqua;

– evitare di assumere sostanze che possono irritare la vescica come alcolici, bevande contenenti caffeina, cibi acidi e alimenti speziati;

– avere uno stile di vita sano.

INTEGRATORE NATURALE PROSTATRICUM 

 

Oppure leggi la recensione dettagliata cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratore Alimentare per ProstatiteSCOPRI DI PIU' (Sconti fino al 70%)