Prostatite ed Erezione

Prostatite ed Erezione come sono collegate tra loro?

Che cos’è le prostatite?

La prostatite è un’infiammazione della prostata, una ghiandola che si trova nell’uomo a livello della vescica. Questa infiammazione può essere causata da una contaminazione batterica o da uno stile di vita errato.

Conosciamo infatti:

– prostatite batterica acuta:
– batterica cronica;
– non batterica;
– asintomatica.

LEGGI ANCHE: Prostatite batterica VS prostatite abatterica

Nella prostatite batterica acuta abbiamo una contaminazione di microrganismi lungo la ghiandola che colonizzano le sue pareti e provocano una sintomatologia dolorosa e con episodi di febbre alta. In tal caso il soggetto dovrà rapidamente consultare il medico così da debellare repentinamente la minaccia dei germi.

Nella prostatite batterica cronica, al contrario, c’è stata una mancata risoluzione rapida e di conseguenza i batteri si sono instaurati in maniera persistente lungo la zona con una cronicizzazione dei sintomi. A differenza della patologia precedente però non c’è febbre.

La prostatite non batterica non ha un’eziologia certa, ancora oggi medici e i ricercatori non concordano sulle cause che hanno innescato questa condizione. Si presume possa essere causata da cattive abitudini alimentari, abuso di fumo e alcol, stress e sollecitazione continua della prostata a causa di ciclismo e lavori con strumenti pneumatici. Infine c’è la prostatite asintomatica che, a differenza di tutte le altre che presentano sintomi più o meno simili, non ha alcun tipo di segnale e quindi il soggetto non riesce a percepire questa anomalia nella prostata. Solamente degli esami di routine potranno rilevarla ed è proprio per questo che è importante sottoporsi a delle visite periodiche con uno specialista.

Come la prostatite è collegata all’erezione

A causa della localizzazione della prostata, anteriormente al retto e sotto la vescica, è naturale che un suo incremento è collegato all’apparato genitale e urinario. Non sorprende che la sintomatologia della prostatite è contraddistinta dalle alterazioni della minzione con flusso irregolare, mancato svuotamento della vescica, ritenzione urinaria e frequenti minzioni durante il giorno e la notte. Anche l’aspetto sessuale è minato in quanto potrebbero esserci dei problemi legati all’erezione. Il legame tra prostata ed erezione è più semplice di quanto si possa immaginare ed è per questo che la prostatite è causa di diverse disfunzioni erettili come un’erezione debole, una difficoltà a mantenerla o prolungarla durante l’atto sessuale oppure un’impossibilità totale. La motivazione è che la prostatite innesca un rilascio delle fibre muscolari del pene in maniera anormale e ciò blocca gli stimoli nervosi tra cervello e genitali. Le fibre muscolari sono fondamentali affinché l’erezione venga effettuata e mantenuta perciò una piccola alterazione è fatale.

Come risolvere questo problema?

Una disfunzione erettile è molto comune e non sempre è legata alla prostata per cui è necessario avere un consulto con un urologo o un andrologo che possa accertare il collegamento tra le due. Sono il 25-40% gli uomini che soffrono di deficit erettili e che non riescono a gestire questa condizione perché non aiutati dalle figure proposte. È necessario quindi capire se questa impotenza maschile sia dovuta a un problema fisico o psicologico e comportarsi di conseguenza.

Qualora la disfunzione erettile sia connessa alla prostatite sarà obbligatorio effettuare prima una terapia con i vari antibiotici e antinfiammatori, così da migliorare la situazione e aspettare che tutto ritorni al suo equilibrio; qualora invece ci sia una causa psicologica, anche legata all’ansia da prestazione secondaria alla prostatite, è consigliabile affidarsi a uno psicologo per gestire questo sblocco in maniera ottimale.Ci sono dei piccoli accorgimenti quotidiani che possono fare la differenza, proprio per questa la terapia farmacologica è sempre unità a una serie di provvedimenti come una buona alimentazione per la prostatite ovvero eliminare tutti gli alcolici, il caffè e il cioccolato che peggiorano l’infiammazione, bere molta acqua e consumare spezie o ingredienti dalle proprietà antinfiammatorie come curcuma e aglio che sono degli alleati della prostata e hanno una serie di principi attivi che proteggono la sua funzionalità.

Essi fungono anche da prevenzione e se utilizzati in maniera regolare riescono anche ad alleviare alcuni sintomi dolorosi. Alcuni decidono anche di integrare la loro quotidianità con alcuni prodotti di origine naturale pensati appositamente per la prostata e la vita sessuale.

Queste sostanze naturali vogliono ridurre l’infiammazione della ghiandola ma anche stimolare e rafforzare l’erezione. Si tratta molto spesso di formulazioni a base di piante afrodisiache, stimolanti e sostanze che aumentano la circolazione sanguigna a livello del pene. Con un aumentato dell’afflusso del sangue verso il pene infatti si avrà un miglioramento dell’erezione e della vitalità della stessa. È comunque necessario utilizzare solo sostanze legali in Italia, evitare i cosiddetti prodotti miracolosi che promettono risultati istantanei e cercare un consiglio medico prima dell’acquisto.

PRODOTTO CONSIGLIATO PER PROBLEMI DI EREZIONE:

Prostatite ed erezione: tutto quello che c’è da sapere

La prostatite si manifesta perlopiù in uomini over 50 ma potrebbe anche interessare adulti più giovani a partire dai 30 anni. Oltre alla sintomatologia legata alla difficoltà nell’urinare, può essere contraddistinta da un dolore durante o qualche istante dopo l’eiaculazione. Questo sintomo è collegato perlopiù alla prostatite batterica mentre per quella non batterica c’è un insufficienza nell’erezione e un’eiaculazione alterata. Per ritornare alla normalità si dovrà risolvere la questione della prostatite.

Esistono anche altre patologie legate alla prostata come l’ipertrofia prostatica benigna ovvero un aumento fisiologico della prostata che però ha alcune conseguenze sull’uretra e sulla vescica. Anche in tal caso c’è un mancato svuotamento della vescica, infezioni urinarie e disfunzioni erettili.

LEGGI ANCHE: Masturbarsi troppo fa male alla prostata?

Sia l’eiaculazione che la libido, e anche l’erezione, soffrono di una mancata potenza causando quindi ansia e malumore nel soggetto che ne soffre. Infine c’è il tumore prostatico, in questo caso è una neoplasia causata dalla proliferazione delle cellule che crescono in maniera incontrollata portando la prostata a crescere nelle sue dimensioni e a comprimere gli organi adiacenti. È ovvio che in questo caso la sintomatologia è legata alla gravità della situazione perciò è consigliabile operarsi il prima possibile per rimuovere la parte incriminata. Anche in questo caso ci sono una serie di sintomi che vanno a influire sul desiderio e sull’eccitazione con un’assenza di erezione e di libido in generale.

PRODOTTO CONSIGLIATO PER CURARE LA PROSTATITE: Leggi la recensione su Prostatricum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Integratore Alimentare per ProstatiteSCOPRI DI PIU' (Sconti fino al 70%)