Urina trasparente

Urina trasparente cosa indica?

Il colore delle urine: a cosa bisogna fare attenzione?

Normalmente, il colore dell’urina è giallo tenue, tendente al trasparente, nonostante possa apparire di tanti colori diversi e non celare per forza problemi di salute. Tuttavia, quando l’urina cambia colore e assume tonalità più scure, oppure si presenta torbida, è bene rivolgersi a un medico e sottoporsi a un controllo di routine, onde scartare la presenza di eventuali disturbi cronici o acuti. Una persona in piena salute presenta urine limpide, atossiche, quasi sterili, incolori, oppure color giallo paglierino.

Quest’ultimo dipende dalla concentrazione delle urine ed è legato alla presenza di urocromo, un pigmento naturale derivato dalla degradazione delle proteine tissutali. Colori insoliti o atipici, invece, possono indicare la presenza di malattie o infezioni. Il rosso intenso e il marrone, ad esempio, sono indicativi della presenza di porfiria, una malattia ereditaria molto rara che colpisce i globuli rossi. Tuttavia, è possibile che vi siano altre spiegazioni, come l’assunzione di farmaci o il consumo di alimenti specifici (fave, barbabietole, etc).

Tutti i possibili colori delle urine

Il colore dell’urina è il prodotto della concentrazione di alcune sostanze e può essere indicativo delle condizioni di salute del paziente: se, ad esempio, l’urina ha una colorazione chiara e quasi trasparente, vuol dire che è poco concentrata e che contiene tanta acqua; l’assenza totale di colore per troppo tempo, invece, potrebbe indicare un’eccessiva idratazione, condizione potenzialmente pericolosa, in grado di provocare iponatriemia (bassi livelli di sodio nel sangue). Al contrario, quando l’urina è scura (giallo intenso o addirittura arancione) ciò vuol dire che è eccessivamente concentrata e che contiene troppe sostanze di rifiuto.

Tale condizione non deve destare preoccupazioni se si verifica al mattino appena svegli.

Al mattino, infatti, le urine sono più concentrate e caratterizzate da maggiori livelli di sostanze di scarto. Anche in caso di disidratazione o febbre possono apparire più scure del normale. In genere, i laboratori fanno riferimento al colore e alla trasparenza dell’urina utilizzando tali espressioni: limpida, opalescente, torbida. In condizioni normali le urine si presentano limpide o opalescenti. Quando troppo torbide, invece, è necessario individuare le cause di tale alterazione mediante un test.

E il colore delle urine cosa può indicare?

Sono rosse in caso di consumo eccessivo di more, barbabietole o rabarbaro, oppure in caso di assunzione di farmaci quali propofol, tioridazina e clorpromazina. Le urine rosse possono anche indicare la presenza di un’infezione del tratto urinario, oppure di condizioni cliniche quali profiria, nefrolitiasi, presenza di sangue, emoglobinuria (rabdomiolisi).

Le urine arancioni sono indicative di un consumo eccessivo di carote e alimenti ricchi di vitamina C, oppure dell’uso di farmaci quali rifampicina, fenazopiridina. Urine arancioni possono essere anche associate a quantità eccessive di bilirubina.

Le urine verdi sono legate a un consumo eccessivo di asparagi o all’uso di medicinali quali vitamine del gruppo B, propofol e amitriptilina. In ogni caso, è bene sottoporsi a un controllo di routine, essendo il verde spesso legato anche alla presenza di infezioni del tratto urinario.

In caso di urine color porpora è possibile che il paziente sia affetto da un’infezione batterica causata da un catetere.

Il marrone è legato a un consumo eccessivo di fave, farmaci quali clorochina, levodopa, metronidazolo, primachina e metocarbamolo o malattie come la tirosinemia, la sindrome di Gilbert.

Il nero, invece, a malattie quali melanoma maligno e alcaptonuria (rara patologia genetica che coinvolge il metabolismo della fenilalanina e della tirosina).

Infine, urine di colore bianco possono dipendere dall’uso del propofol (un farmaco anestetico) o da malattie come la piuria, la chyluria o la presenza di cristalli di fosfato.

Urina trasparente: è un problema?

L’urina è un liquido prodotto dall’attività di filtrazione dei reni. Questi organi smaltiscono le tossine e le sostanze di scarto presenti nell’organismo, riversandole nelle urine. È facile comprendere l’enorme importanza dei reni per il corretto funzionamento del nostro organismo: se questi non dovessero filtrare in maniera corretta le impurità presenti nell’organismo, in poche ore il nostro corpo raggiungerebbe paramenti di tossicità troppo elevati.

In genere, un individuo sano produce un volume urinario pari a circa 2 litri al giorno. Questo valore, tuttavia, può variare in base a una serie di fattori, tra cui le condizioni ambientali e l’alimentazione.

Bisogna preoccuparsi quando tale quantità supera i 2,5 litri al giorno (un volume così elevato potrebbe essere la spia di disturbi quali il diabete mellito) o inferiore a 1 litro al giorno (insufficienza renale). Detto ciò, l’altro aspetto saliente, da non trascurare trattandosi di un possibile indicatore delle nostre condizioni di salute, concerne il colore dell’urina.

Ma esistono casi in cui l’urina chiara (pressoché trasparente) è sinonimo di cattiva salute?

Nella quasi totalità dei casi l’urina chiara denota uno stato di salute buono. Tuttavia, chi dovesse notare un’insolita trasparenza protrarsi per diversi giorni consecutivi, accompagnata da una sete costante, farebbe bene a rivolgersi al medico. Potrebbe trattarsi, infatti, di un sintomo iniziale del diabete, soprattutto se accompagnato da astenia e malessere generale. In simili condizioni, le elevate quantità di zuccheri presenti nel sangue vengono espulse all’interno delle urine, che tendono ad assumere una colorazione eccessivamente chiara.

Un’altra delle cause patologiche legate all’urina molto chiara è l’insufficienza renale, che si verifica quando i reni non svolgono più la loro funzione, ovvero la regolazione dell’equilibrio salino e idrico, nonché l’eliminazione degli acidi e delle scorie dall’organismo. In questo caso, l’urina si presenta chiara poiché non contiene le tossine normalmente espulse mediante la minzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi il Migliore integratore per Prostatite + Consulenza telefonicaClicca qui